Pippo Civati re del web, perché su Twitter vince Civati

Pippo Civati
Ecrit par

L’8 dicembre, giorno della primarie Pd, sapremo finalmente il nome del prossimo segretario del Partito Democratico. Sul web il candidato re è senza dubbio Pippo Civati, attivissimo sui social e sul blog personale. Scopri di più su melty.it.

Pensare che la campagna elettorale sul web sia qualcosa di fondamentale e necessario è cosa buona e giusta, anche se, nelle primarie per la segreteria del Partito Democratico che vedono sfidarsi Renzi, Pippo Civati e Gianni Cuperlo, non tutti i candidati danno lo stesso peso alla propria presenza sulle varie piattaforme96 digitali. Per un Cuperlo che latita, e che probabilmente possiede una scarsa dimestichezza per questioni anagrafiche, c’è invece un Pippo Civati decisamente ingordo e attivo. La sua presenza, il continuo twittare e postare e la costante condivisione aumentano giornalmente in maniera esponenziale, tanto da fare ipotizzare, sempre più spesso, una possibile vittoria – frequentemente dimentichiamo il consistente popolo non, o poco, digitalizzato. Lo staff di Civati, così come lo stesso candidato alla segretaria del Pd, vive la propria campagna elettorale tra i profili social, il CivaCalender – il calendario delle tappe nazionali – e i pochi, se paragonati a quelli dei diretti rivali, titoli giornalistici e ospitate televisive. E su questo, il parlamentare ci gioca molto: sul suo profilo Facebook sono infatti apparse numerose foto dedicate allo sbilanciamento dell’attenzione mediatica relativa alla primarie.

Pippo Civati re del web, perché su Twitter vince Civati

Accanto a un Cuperlo che su Twitter possiede un alterego davvero divertente, Gianni Kuperlo - che da solo focalizza più della metà dell’attenzione destinata al candidato appoggiato da Massimo D’Alema – l’altro 50% dell’attenzione – troviamo un Pippo Civati costantemente impegnato nella creazione di nuovi hashtag - si va dal più recente #insultacivati, nato dopo la mozione di fiducia relativa al caso Cancellieri, all’ormai celebre ed esaustivo #civoti – che continuano a fomentare la rete e suoi sostenitori. Oggi, ad esempio, #vincecivati ha monopolizzato i tweet del popolo di Twitter, finendo al primo posto tra le tendenze della giornata. Quel “Io non insidio Renzi, io vinco” – il mantra di Civati – sembra diventare realtà.

Pippo Civati re del web, perché su Twitter vince Civati

Le iniziative del parlamentare brianzolo non finiscono qui. Ricorderete la divertente intervista virtuale, organizzata all’Estragon di Bologna domenica 1 dicembre, in cui Pippo Civati simula un’intervista a “Che tempo che fa”, in risposta all’inspiegabile scelta di Fabio Fazio di lasciare a casa l’ultimo dei candidati alla segreteria del Partito Democratico. Oggi invece, accanto alle immagini che riprendono gli scivoloni dei giornali e di Matteo Renzi, troviamo una foto, dedicata ai diritti gay e le unioni omosessuali, in cui il parlamentare democratico è baciato da due uomini, invidiatissimi dalle donne - sì, ho chiesto in giro. La corsa alla vittoria di Pippo Civati, quella che prima sembrava solo uno scherzo, comincia a diventare reale; non resta che aspettare e scoprire se quel #vincecivati è soltanto un fuoco di paglia, o se davvero le sue previsioni si avvereranno.

Pippo Civati re del web, perché su Twitter vince Civati - photo
Pippo Civati re del web, perché su Twitter vince Civati - photo
Pippo Civati re del web, perché su Twitter vince Civati - photo
Crediti: ., web , Civati Facebook, Ansa