Paul Walker e Nelson Mandela: Morti che hanno commosso il mondo

Nelson Mandela e Paul Walker
Ecrit par

Paul Walker e Nelson Mandela: due morti illustri che, ovviamente in modo diverso, a breve distanza di tempo hanno commosso il mondo. Leggi su melty.it il ricordo della star di 'Fast & Furious' e del leader sudafricano della lotta all'apartheid.

Paul Walker e Nelson Mandela: due morti che hanno commosso il mondo ma, eccetto la vicinanza temporale e l'alto grado di disinformazione che spesso accompagna gli eventi luttuosi di personaggi celebri, non hanno nient'altro in comune. Paul Walker era un quarantenne attore americano, noto soprattutto per interpretare Brian O' Conner nella fortunata saga cinematografica 'Fast & Furious'. Paul Walker è morto a Santa Clarita, in California, dopo un'incidente stradale. Nella notte tra sabato 30 novembre e domenica primo dicembre, la Porsche Carrera Gt guidata dall'amico Roger Rodas si è schiantata contro un albero. Ancora ignote le cause dell'impatto, ma secondo l'autopsia l'automobile viaggiava a 90 miglia orarie, circa 140 chilometri all'ora.

Nelson Mandela è morto giovedì 5 dicembre, cinque giorni dopo Paul Walker. La morte ha colto l'eroe della lotta all'apartheid a 95 anni, dopo una lunga malattia. Che trovava origine nella grave infezione polmonare, connessa a una tubercolosi, subita durante il lungo periodo di detenzione a Robben Island. In cui Madiba venne costretto a rimanere dal 1963 al 1990. In quell'anno, Nelson Mandela iniziava il percorso che lo portava a uscire dalla Storia e fare il suo ingresso nella Leggenda: premio Nobel per la pace 1993, primo presidente di colore dopo le prime elezioni democratiche del Sudafrica del 1994, uomo estremamente influente nella vita politica del suo paese anche dopo le dimissioni del 1999. Last but not least, Nelson Mandela ha segnato un'epoca anche nello sport, dal Mondiale di rugby 1995 a Sudafrica 2010, alla cui cerimonia di chiusura, l'11 luglio 2010, risale la sua ultima apparizione pubblica. Che Madiba e Paul Walker, morti illustri di questo fine 2013, riposino in pace.

Crediti: Youtube, chard, Archivio web, rugby1823.blogosfere.it, repubblica.it, yahoo.com