Paolo Calabresi a Giffoni 2014: "Sarò lo Zio Gianni dei The Pills"

Paolo Calabresi a Giffoni 2014
Ecrit par

Ospite del Giffoni 2014. l'attore Paolo Calabresi ha raccontato il suo passato e futuro lavorativo. Dopo Le Iene, si appresta a recitare per la web serie di Rai2 "Zio Gianni" coi The Pills. Leggi di più su melty.it.

Sono moltissimi gli attori nazionali ed internazionali che si stanno prendendo parte al Giffoni Film Festival 2014. Nella giornata di sabato 26 luglio, è salito sul palco Paolo Calabresi, il "Biascica" della serie tv Boris che recentemente approdato anche nel cast dello show tv Le Iene. L''attore ha aperto il discorso commentato la sua partecipazione al film Smetto Quando Voglio: "Sydney - il regista - ha selezionato gli attori attraverso i provini. Ha scelto i più bravi, e solo dopo ci ha assegnato i ruoli. Per un film che parla di meritocrazia, non poteva esserci miglior metodo di selezione". Scontata la domanda sul personaggio di Biscica: "Biascica in origine era un personaggio burbero, che godeva a maltrattare i più deboli. Poi abbiamo deciso di dargli un contrappunto, di farlo diventare uno yeti dal cuore d’oro. In fin dei conti è un uomo buono anche se non riesce a esprimere un concetto. Ma per rendere credibile un personaggio è fondamentale avere un buon copione. È difficile essere credibili se si recitano dialoghi a dir poco inverosimili, e di copioni improbabili ne leggo tanti".

Paolo Calabresi a Giffoni 2014: "Sarò lo Zio Gianni dei The Pills"

Paolo Calabresi annuncia, inoltre, di essere a lavoro sul set della nuova web serie per Rai2 dal titolo Zio Gianni, serie che vede la partecipazione dei The Pills: "Stiamo girando una mini-fiction per Rai Due: Zio Gianni. È stata scritta dal collettivo The Pills e racconta di un cinquantenne che perde il lavoro e la moglie e va vivere con tre ventenni. Io sarò Zio Gianni". E sulla sua esperienza a Le Iene, ha fatto sapere: "È un programma che si fa da 18 anni e per rimanere allo stesso livello occorre molto lavoro... Momenti difficili ce ne sono stati tanti: una volta mi sono finto un rumeno a Roma e ho rischiato di essere accoltellato da un gruppo di miei concittadini".

Crediti: Giffoni Film Festival, Giffoni