Oscar Pistorius: Perché è stato condannato per omicidio colposo

Oscar Pistorius al processo
Ecrit par

È stata emessa la sentenza sull’omicidio che vedeva imputato Oscar Pistorius, l’ex campione para olimpico sudafricano. Il tribunale di Pretoria ha giudicato l’atleta colpevole di omicidio colposo, escludendo la premeditazione e il dolo dell’atto.

È stata emessa la sentenza per l’omicidio che vedeva Oscar Pistorius imputato per l'omicidio della sua ex-compagna Reeva Steenkamp. L’atleta è stato giudicato colpevole di omicidio colposo, dopo che era stata esclusa in precedenza la premeditazione e il dolo dell’atto. Da mesi si discute sulla colpevolezza di Pistorius e finalmente si è arrivati ad una sentenza che assolve il campione sudafricano dall’omicidio doloso. Secondo il giudice Thokozile Masipa infatti, l’accusa non è riuscita a provare “oltre ogni ragionevole dubbio la premeditazione dell’omicidio da parte dell’imputato”. Dopo che è stato pronunciato il verdetto e letta la motivazione della decisione, sono scoppiate le polemiche da parte di chi continua a vedere Oscar Pistorius colpevole di un omicidio volontario. Ma quali sono le circostanze che hanno portato il tribunale di Pretoria a questo giudizio?

Oscar Pistorius: Perché è stato condannato per omicidio colposo

Nelle motivazioni fornite durante la lettura, che ha visto l’ex campione para olimpico scoppiare in lacrime, sono stati giudicati inattendibili i i due vicini di casa che l’accusa aveva portato in aula come testimoni e che avevano deposto contro Oscar Pistorius. I due avevano dichiarato di aver sentito prima le urla della vittima e poi gli spari, racconto che per la giudice si è rivelato fallace in seguito alla ricostruzione degli eventi. Rispetto a queste testimonianze aleatorie è stato preferito rapportarsi a dati oggettivi come i tabulati telefonici nelle ore precedenti all’omicidio. Inoltre da Thokozile Masipa non sono stati presi in considerazione i problemi tra Oscar Pistorius e Reeva Steenkamp, in quanto ritenuti dinamiche di relazione non giudicabili dall’esterno.

Oscar Pistorius: Perché è stato condannato per omicidio colposo
Oscar Pistorius: Perché è stato condannato per omicidio colposo

La ricostruzione dell’omicidio è stata quindi la seguente: Oscar Pistorius nella notte del 14 febbraio 2013 si trovava nella sua abitazione di Pretoria. Sentendo dei rumori provenire dal bagno, si è diretto verso la stanza armato, credendo che ci fossero dei ladri che cercavano di entrare nella sua casa. Spaventato, ma comunque in piena consapevolezza di sé, Pistorius ha sparato quattro colpi di pistola attraverso la porta, che si sono rivelati fatali per Reeva Steenkamp, la sua ex-fidanzata. L’atleta è stato quindi assolto dall’accusa di premeditazione e dall’intenzionalità di uccidere la ragazza, ma è stato giudicato colpevole per omicidio colposo e detenzione illegale di arma da fuoco. In seguito a queste motivazione l’ex campione para olimpico rischia fino a 15 anni di carcere, con la condanna che verrà resa nota nei prossimi giorni.

Oscar Pistorius: Perché è stato condannato per omicidio colposo
Oscar Pistorius: Perché è stato condannato per omicidio colposo
Crediti: web , Archivio web