Oscar 2015: Tutti i vincitori

La notte degli Oscar
Ecrit par

Al Dolby Theatre di Los Angeles è arrivata l'ora dell'evento più atteso dell'anno: è la Notte degli Oscar 2015, arrivata ormai alla sua 87esima edizione. Segui la diretta live su melty.it!

È arrivata la tanto attesa notte degli Oscar 2015: sul red carpet del Dolby Theatre di Los Angeles sfilano gli attori più bravi e attesi dell'evento più spettacolare dell'anno (Nicole Kidman, Gwyneth Paltrow, John Travolta solo per fare qualche nome). A presentare gli Oscar quest'anno è l'attore Neil Patrick Harris, già star di How I Meet Your Mother e Gone Girl, confermandosi uno degli show man più bravi d'America. Nonostante fosse la prima volta che presentava gli Oscar, infatti, Neil Patrick Harris ha tenuto il palco come pochi prima di lui hanno fatto prima d'ora. Cantante, attore, comico: Harris la notte degli Oscar è stato tutto questo (e anche un bel giro in mutande sul palco come tributo a Birdman). Trentanove i film in gara quest'anno: quelli favoriti per la categoria miglior film sono Birdman e Grand Budapest Hotel, che hanno ricevuto entrambi nove nomination. Ma c'è grande aspettativa anche per Boyhood, eletto dalla National Board of Review tra i migliori dieci film dell'anno, e candidato all'Oscar con sei nomination. I veri protagonisti della serata sono stati decisamente Grand Budapest Hotel e Whiplash, che hanno vinto entrambi tre Oscar, mentre Birdman, Boyhood e American Sniper sono ancora a quota una statuetta. Unico neo della serata, il non aver ricordato, nel video tributi agli attori, registi e scrittori deceduti lo scorso anno, il grande Francesco Rosi, regista e sceneggiatore italiano candidato all'Oscar nel 1981 con Tre Fratelli. In molti sui social network hanno protestato per quello che è stato definito, da Francesco Castelnuovo, "provincialismo hollywoodiano" .Michael Keaton, Benedict Cumberbacht e Eddie Redmayne sono i favoriti per il titolo di miglior attore protagonista mentre le predilette per il corrispettivo femminile sono Julianne Moore e Rosamund Pike. Grande attesa anche per il titolo di miglior film straniero, per il quale spiccano, tra cinque pellicole di qualità in nomination, Ida e Leviathan. A vincere, com'era prevedibile, è stato il polacco Ida, nonostante anche gli altri fossero tutte pellicole di qualità. Standing Ovation per "Glory", colonna sonora del film Selma, di John Stephens e Lonnie Lynn. A esibirsi sul palco del Dolby Theatre nel corso della serata saranno Lady Gaga, Rita Ora, Jack Black, John Legend e Adam Levine.

Migliore sceneggiatura originale e non originale

5: 30 Alejandro Gonzalez Inarritu vince con Birdman, che conquista così la seconda statuetta della serata: "Il viaggio di Birdman è cominciato tre anni fa. Sono grato ai miei collaboratori per aver vissuto con me questa esperienza. E con loro anche Edward Norton e Michael Keaton. Grazie per aver fatto volare questo film! ". Per la migliore sceneggiatura non originale vince invece The Imitation Game, sulla vita di Alan Turing. Graham Moore ringrazia e usa parole fortissime: "Quando avevo sedici anni provai ad uccidermi. A coloro che si sentono diversi: continuate ad essere voi stessi, perché anche voi arriverete su un palco come questo! "

Migliore colonna sonora

5: 24 - Un'emozionante Lady Gaga rende omaggio a Julie Andrews, che a sorpresa entra sul palco e consegna il quarto Oscar a Grand Budapest Hotel.

Miglior documentario e migliore canzone

4: 50 - Vince l'Oscar come miglior documentario CitizenFour. La statuetta per la migliore canzone è andata invece a John Stephens e Lonnie Lynn per "Glory", del film Selma. "Selma è oggi, perché la lotta per la giustizia è oggi. Siamo il paese che ha il maggior numero di persone di colore nelle prigioni. Oggi siamo qui anche per voi".

Migliore fotografia e miglior montaggio

4: 25 - Primo Oscar per Birdman, terzo Oscar per Whiplash.

Miglior film d'animazione e migliore scenografia

4: 11 - La Disney porta a casa l'ambita statuetta: Big Hero 6 vince l'Oscar. Per Chriss Williams è la quarta nomination e il secondo Oscar. Terzo Oscar alla scenografia per Grand Budapest Hotel. Leggi anche Oscar a Big Hero 6, miglior film d'animazione

Migliori effetti speciali e miglior cortometraggio animato

4: 05 - Oscar a Interstellar per gli effetti speciali, mentre a Feast va quello per il miglior cortometraggio animato. Leggi ancheOscar 2015, Interstellar si consola con gli effetti speciali

Migliore attrice non protagonista

3: 55 - Jared Leto premia con l'Oscar Patricia Arquette per Boyhood."Grazie a tutta la famiglia di Boyhood devo tutto questo a voi". Leggi anche Patricia Arquette batte Emma Stone

Miglior sonoro e miglior montaggio sonoro

3.46 - L'Oscar per il miglior sonoro va a Whiplash: prima statuetta e prima nomination per Craig Mann, Ben Wilkins e Thomas Curley. American Sniper vince invece l'Oscar per il miglior montaggio sonoro.

Miglior documentario breve e Oscar Onorari

3.29 - Primo Oscar per Ellen Goosenberg Kent e Dana Perry, che vincono con Crisis Hotline: Veteran Press 1. Annunciati con un video tributo anche gli Oscar Onorari a Jean - Claude Carrière, Hayao Miyazaki e Maureen O'Hara.

Miglior cortometraggio

3: 26 - L'Oscar va a The Phone Call, di Matt Kirkby e James Lucas. Singolare ringraziamento dei due registi: "Adesso posso avere un donuts gratis alla mia cornetteria preferita. Grazie! "

Miglior film straniero

3: 18 - "L'Oscar va a Ida! ", Nicole Kidman annuncia il vincitore per il miglior film straniero. Vittoria annunciata, Ida era dato tra i favoriti insieme a Leviathan. >>> leggi su melty Leviathan e Ida, i candidati agli Oscar come miglior film straniero e Oscar 2015, Polonia batte Russia

Un'immagine del film Ida
Un'immagine del film Ida
Miglior trucco e hair styling

3: 03 - Altro Oscar per Grand Budapest Hotel: a consegnarlo a Frances Hannon e Mark Coulier è Reese Whiterspoon.

Miglior costume

3: 00 - Ad annunciare il premio per il miglior costume è Jennifer Lopez. L'Oscar va all'unica italiana in gara, Milena Canonero, per Grand Budapest Hotel. Già vincitrice di quattro statuette ma candidata ben nove volte, Milena Canonero dedica l'Oscar a Wes Anderson: "Grazie mille Wes, senza di te questo film non avrei mai potuto farlo". Leggi anche Oscar 2015: Milena Canonero, l'Italia vince ancora

Miglior attore non protagonista

2: 45 - Lupita Nyong'O premia con l'Oscar J. K. Simmons per Whiplash. Nel presentare i candidati è ricordato Robin Williams, il grande attore prematuramente scomparso lo scorso agosto e vincitore dell'Oscar come migliore attore non protagonista per Will Hunting, Genio Ribelle. Nel suo discorso J. K. Simmons dedica l'Oscar alla moglie Michelle Schumacher, seduta in platea. A seguire esibizione dei Maroon 5, annunciati dalla protagonista di 50 sfumature di grigio, Dakota Johnson.

Iniziano gli Oscar 2015

"Benvenuti all'87esima premiazione degli Oscar", con queste parole Neil Patrick Harris saluta la platea riunita per l'evento più atteso dell'anno. A dimostrazione del grande artista che è, la star di How I Meet Your Mother apre la cerimonia con un'esibizione canora in stile musical insieme ad Anna Kendrick: sullo sfondo, le scene dei film più amate di tutti i tempi. Raggiunge il palco anche uno degli ospiti della serata, Jack Black che, dopo aver cantato anche lui con il presentatore e l'attrice di Into The Woods, lascia la scena tra le risate generali per la comicità dell'esibizione. Un inizio con i fiocchi, come ci si aspettava dal grande artista che è Neil Patrick Harris.

Il Red Carpet

Red Carpet trafficatissimo agli Oscar 2015: da Patricia Arquette, bellissima in un abito bicolore bianco e nero monospalla, ad Anna Kendrick, che indossa un vestito color salmone perfettamente intonato alla sua carnagione di porcellana.Josh Hutcherson, star di Hunger Games, e il cantautore Adam Levine sono tra i primi uomini a calcare il red carpet, seguiti da Marion Cotillard e dalle "voci" di Big Hero 6 che si sono scattati un selfie sul famso tappeto rosso. Ma gli occhi sono tutti puntati su Melanie Griffith e Dakota Johnson: madre e figlia si sono presentate strette in un abbraccio, un intreccio di generazioni che, nonostante gli anni che le separano, ha fatto della sensualità il suo cavallo di battaglia. Impossibile non notare lo sguardo di Dakota che, degli occhi della timida Anastasia Steele di 50 Sfumature di Grigio, questa sera non ha nulla. Viso volutamente basso e sorriso appena accennato, Dakota Johnson è già diventata l'icona erotica della notte degli Oscar 2015. A seguire Jennifer Aniston ei candidati all'Oscar Michael Keaton e Alejandro Gonzàlez Inàrritu.

Dakota Johnson e Melanie Griffith
Dakota Johnson e Melanie Griffith
Felicity Jones agli Oscar 2015
Dakota Johnson e Melanie Griffith
Oscar 2015 - Rita Ora sul red carpet
Dakota Johnson e Melanie Griffith

"E' un ambiente insolito questo per me, è tanto tempo che non vi venivo", così Julianne Moore, candidata all'Oscar come migliore attrice protagonista intervistata sul red carpet. Allegro siparietto successivo con Melanie Griffith e Dakota Johnson: Melanie Griffith ha confessato di non aver visto 50 Sfumature di Grigio. "Se Dakota vuole lo vedrò, ma non ne ho bisogno perché so che è una grande attrice". Evidentemente l'imbarazzo esiste anche tra i grandi attori e artisti di Hollywood! Tra gli ultimi arrivati c'è Emma Stone, candidata all'Oscar come migliore attrice non protagonista per la sua interpretazione in Birdman, accompagnata dalla mamma che le dice "Voglio che si goda ogni momento". Spiazza tutti invece il nuovo look di Scarlett Johanson, con i capelli rasati alla maschietta come Miley Cirus, che contrastano con il lungo vestito verde che la fa sembrare più una principessa che un ragazzaccio. >>> Leggi su melty Oscar 2015: Adam Levine sul red carpet con Behati Prinsloo e Dakota Johnson, Melanie Griffith: "50 sfumature? Non l'ho visto"

Crediti: Archivi Web