Oscar 2015: Eddie Redmayne batte Michael Keaton come Miglior Attore Protagonista

Eddie Redmayne Miglior Attore
Ecrit par

Eddie Redmayne si è portato a casa la statuetta come Miglior Attore Protagonista , battendo la concorrenza del favorito Eddie Redmayne

La statuetta come Miglior Attore Protagonista torna nel Regno Unito esattamente come due anni fa, quando a vincere fu Daniel Day Lewis per “Lincoln”. Questa volta è toccato ad Eddie Redmayne tenere alti i colori della bandiera britannica, e ci è riuscito grazie alla toccante performance esibita in “La Teoria del tutto” , film in cui veste i panni del genio dell’astrofisica Stephen Hawking. Classe 1982, Eddie a neanche 33 anni l’ha spuntata sul veterano Michael Keaton, suo maggior rivale nella lotta per il premio, che pure aveva molto impressionato con la sua performance in Birdman. Gli altri attori in cinquina erano Bradley Cooper per “American Sniper”, Steve Carrell per “Foxcatcher”, e Benedict Cumberbatch per “The Imitationion game".

Oscar 2015: Eddie Redmayne batte Michael Keaton come Miglior Attore Protagonista

"Non sono in grado di dirvi come mi sento. Questo Oscar appartiene a tutte quelle persone in tutto il mondo che stanno lottando contro la SLA, appartiene ad una famiglia eccezionale Stephen, Jane, Jonathan. Io sono il custode di questo premio, vi prometto che lo terrò bene. Non sarei qui senza il lavoro di tante persone senza la mia coprotagonista Felicity Jones, il mio regista. Vorrei ringraziare la mia famiglia e la mia bellissima moglie, ti amo" ha dichiarato un emozionatissimo Eddie Redmayne. Chi ha avuto modo di ammirare l'attore britannico in “La teoria del tutto”(qui la recensione) non può che essere d’accordo con il premio: la giovane star è un vero e proprio cavallo di razza, e come Daniel Day Lewis in “Il mio piede sinistro”, si è calato con impressionante e maniacale cura nei panni di Hawking. La trasformazione è impressionante: Eddie è Stephen quando aveva 20 anni, con i suoi occhiali storti e l’ironia folgorante, e lo è quando ha 60 anni e può parlare solo muovendo le sopracciglia, mantenendo comunque negli occhi lo stesso bagliore e la stessa vivacità intellettiva di quando poteva camminare. Mai come in questo caso, ha vinto il migliore.

Crediti: Universal Pictures, web