Oscar 2014: Jared Leto, il miglior discorso della serata

Jared Leto agli Oscar 2014.
Ecrit par

Nel discorso di ringraziamento per la vittoria dell'Oscar 2014 come miglior attore non protagonista, Jared Leto ha commosso il pubblico. I suoi pensieri sono andati alla mamma, ex ragazza madre, e alle vittime dell'AIDS.

Jared Leto ha vinto l’Oscar 2014 come miglior attore non protagonista per il film “Dallas Buyers Club”. Il suo è stato anche più commovente di tutta la serata. Jared Leto, cantante dei 30 Seconds to Mars, alla cerimonia di premiazione degli Oscar 2014 si è presentato di bianco vestito, un po’ rock, un po’ Jesus Christ Super Star. Quando Anne Hathaway l’ha proclamato vincitore Jared Leto ha abbracciato la mamma ed il fratello, che erano seduti accanto a lui, quindi è salito sul palco per i ringraziamenti. Il suo discorso, come quello di Lupita Nyong’o, premio Oscar come miglior attrice non protagonista, è stato toccante. Jared Leto prima ha ringraziato sua madre, poi ha rivolto un pensiero agli abitanti "sognatori" dei paesi in difficoltà, come il Venezuela e l'Ucraina, ed ha concluso con una dedica a tutte le vittime dell'AIDS. L'AIDS è la malattia che distrugge Rayon, il personaggio di Jared Leto nel film "Dallas Buyers Club". Il ruolo nel film ha cambiato Jared Leto nell'aspetto ma anche nella sensibilità: il suo discorso agli Oscar ne è la prova.

Oscar 2014: Jared Leto, il miglior discorso della serata
Oscar 2014: Jared Leto, il miglior discorso della serata
Il discorso di Jared Leto

“Ai miei compagni candidati, sono orgoglioso di essere qui assieme a voi. E all’Academy: grazie! Nel 1971, a Bossier City, in Louisiana, una ragazza adolescente scopre di essere incinta del secondo figlio, si ritira dal liceo e diventa una madre single. Contro ogni previsione riesce a dare una vita migliore a sé stessa e ai suoi bambini. Insegna loro ad essere creativi, a lavorare duramente e a raggiungere l’impossibile. Quella ragazza è mia madre ed è qui stasera. Mamma, ti voglio bene. Grazie per avermi insegnato a sognare. A mio fratello Shannon: grazie perché stai condividendo con me l’incredibile avventura dei Thirty Seconds To Mars. Sei un vero artista e il miglior fratello maggiore del mondo. Ai sognatori di tutto il mondo che stanno guardando in questo momento, dall’Ucraina al Venezuela. Noi pensiamo a voi che lottate per dare vita ai sogni che riempiono il vostro cuore. L’impossibile è possibile, e noi ci crediamo. [...] Questo Oscar è per le 36 milioni di anime coraggiose che hanno perso la propria vita per colpa dell’AIDS, e per tutti quelli che hanno vissuto ingiustizie per colpa di quello che sono o per chi amano. Stasera, sono qui davanti al mondo, con voi e per voi”.

Oscar 2014: Jared Leto, il miglior discorso della serata
Crediti: Youtube, web