Oscar 2013: "Head Over Heels" , un amore sottosopra

Head Over Heels
Ecrit par

Agli Oscar 2013 "Head Over Heels" è tra i nominati al titolo di miglior cortometraggio d'animazione. La storia è, come in Paperman, romantica e delicata. Guarda tutto il cortometraggio su melty.it.

L'autore Timothy Reckart della National Film and Television School ha realizzato il corto animato "Head Over Heels" con la collaborazione di 11 studenti nel corso di 15 mesi di lavoro. La tecnica della stop-motion e i materiali utilizzati sono gli stessi di "Nightmare before Christmas" e "Wallace & Gromit". Il cortometraggio, pubblicato oggi in versione integrale sul web, sa essere commovente e delicato, senza però dimenticare attimi di puro divertimento e stupore visivo. Il gioco di significati contenuto nel titolo è, a mio avviso, l'essenza del racconto: "Head Over Heels" in inglese vuol dire 'capovolto', 'a gambe all'aria', ma anche 'innamorarsi' e 'perdere la testa' per amore, s'intende. Il corto di Reckart, in corsa per la tanto ambita statuetta degli Oscar 2013, racconta proprio questo: un amore sottosopra, che vive di 'alti e bassi' da troppi anni. Walter e Madge vivono difatti separati in casa, in due mondi diversi con differenti forze di gravità: lei vive sul soffitto mentre lui occupa il pavimento.

>>> Guarda su melty.it Walt Disney presenta "Paperman", il corto nominato agli Oscar

Oscar 2013: "Head Over Heels" , un amore sottosopra - photo
Oscar 2013: "Head Over Heels" , un amore sottosopra - photo

Una situazione alquanto bizarra, ma che rende alla perfezione l'incomunicabilità che persiste tra i due anziani sposi, costretti a contendersi il frigo e il lato verso cui girare i quadri di casa. Qualcosa per fortuna cambierà in questa grigia routine quando Walter trova per caso una scarpetta, la stessa indossata dalla moglie il giorno del loro matrimonio. Si risveglierà così nell'anziano quella passione da troppo tempo sopita che lo spingerà a voler riconquistare l'amata. La casa in cui vivono i due coniugi ricorda vagamente quella di Up, il film d'animazione della Pixar, poiché, come quest'ultima, traballa allegramente tra le nuvole. Un giorno però la casa perde quota e atterra su una pianura. Qui una delle due forze di gravità ha ovviamente la meglio e l'equilibrio così faticosamente costruito è (finalmente) messo in crisi. Come andrà a finire? Vi lasciamo tutto il piacere della visione:

Oscar 2013: "Head Over Heels" , un amore sottosopra