Orange Is The New Black e Harry Potter: dove finirebbero le detenute a Hogwarts?

Le detenute in attesa di... giudizio
Ecrit par

Le inmates di Orange Is The New Black hanno caratteri e comportamenti differenti: dove le avrebbe smistate il Cappello parlante di Hogwarts? Sicuramente non tutte a Serpeverde!

E se il Cappello Parlante inventato da J.K.Rowling e responsabile dello smistamento in casate di Hogwarts finisse a Litchfield? Immaginiamo per gioco che possa essere possibile e che le nostre detenute preferite finissero in un gioco di smistamento nelle quattro casate della scuola di magia e stregoneria di Hogwarts: Serpeverde, Grifondoro, Tassorosso e Corvonero. In molti penserebbero che, dato che i “cattivi” della saga di Harry Potter sono i Serpeverde, tutte finirebbero in quella casata: se la pensate così, allora queste assegnazioni potrebbero decisamente stupirvi, perché le sfumature caratteriali di ogni persona sono completamente diverse tra loro e sono proprio quelle che vengono prese in considerazione per determinare una ipotetica casata. Andiamo quindi a scoprire quale casa è stata assegnata alle protagoniste di Orange Is The New Black, e chissà che grazie a questo smistamento si possa conoscere qualcosa in più delle detenute!

Grifondoro: Red, Nicky, Big Boo, Sophia, Pussey

Red è leale con le sue “figlie” e le protegge, Nicky ha avuto il coraggio di dire basta alla droga e ha saputo riconoscere tutti i suoi sbagli chiedendo perdono, Big Boo si è dimostrata attenta alle esigenze di Pennsatucky quando ha avuto bisogno di lei, e anche se lo ha fatto rompendo un paio di regole… si è presa cura di lei, dimostrando un grande altruismo ed una grande fedeltà. E chi può considerarsi più Grifondoro di Sophia, che incarna i tre comandamenti di ogni appartenente alla casata: audacia, fegato e cavalleria, tutto ciò che ci è voluto per finire in prigione al posto di suo figlio perdonandogli ogni azione avventata, vivendo come transessuale in una prigione femminile.

Orange Is The New Black e Harry Potter: dove finirebbero le detenute a Hogwarts?
Tassorosso: Morello, Yoga Jones, Daya

A Tassorosso, come ci dice la canzone del cappello parlante, “alberga chi è giusto e leale”, persone con infinita pazienza ed abituate al duro lavoro. Yoga Jones è il perfetto esempio di un tassorosso, sempre pronta ad offrire una buona parola e a dispensare moltissima pazienza nei confronti di chiunque si presenti a lei in cerca di una parola di conforto. Lo stesso fa Morello, forse tra le più innocenti del penitenziario, un’altra tassorosso per eccellenza: forse la prigione di Orange Is The New Black sarebbe un posto migliore con più anime Tassorosso, considerando le due appartenenti di spicco della casata!

Corvonero: Piper, Norma, Taystee, Suzanne

I Corvonero sono i più saggi ma anche i più studiosi, ed è per questo che sono conosciuti ai più: sono tuttavia anche i più razionali, quelli più attenti alle conseguenze delle proprie azioni ed i più intenti a calcolarne gli eventuali rischi. In questa ottica, la Corvonero per eccellenza di Orange Is The New Black non può che essere Piper, ma a farle compagnia c’è anche Norma (che anche senza parlare ha dimostrato nell’ultima stagione quanto i suoi comportamenti siano molto legati al proprio tornaconto personale e quindi incredibilmente ragionati). Se invece immaginiamo il classico Corvonero studioso, beh… chi meglio di Taystee ed il suo amore per i libri?

Orange Is The New Black e Harry Potter: dove finirebbero le detenute a Hogwarts?
Serpeverde: Alex, Pennsatucky, Maritza, Aleida

A guadagnarsi il premio di miglior Serpeverde è stata sicuramente Alex nel momento in cui ha ingannato Piper per il suo tornaconto personale, lasciandola di fatto in prigione dopo averla pregata di non testimoniare. All’interno dell’intera stagione nel suo complesso la serpeverde più evidente è forse Pennsatucky, anche se il premio speciale andrebbe sicuramente a Vee: nonostante sia uscita di scena, verrà ricordata sicuramente come uno dei personaggi più cattivi di sempre dentro e fuori dal penitenziario.

Crediti: archivi web, Youtube, YouTube, Archivi Web