OpenSpace: Favij, Federico Clapis, Leonardo Decarli e Zoda “Noi, webstar per divertimento”

web star protagoniste di Game Therapy
Ecrit par

Ospiti d’onore della seconda puntata OpenSpace di Nadia Toffa Favij, Federico Clapis, Leonardo Decarli e Zoda. Scopri cosa hanno detto gli youtuber del momento su melty

Hanno dalla loro parte milioni di iscritti e altrettanti click su Youtube eppure, come loro stessi hanno ammesso: “Noi abbiamo iniziato semplicemente per divertimento”.Ospiti d’onore della seconda puntata di OpenSpace, nuovo programma targato Italia 1 di Nadia Toffa, sono Favij, Federico Clapis, Leonardo Decarli e Zoda i 4 youtuber del momento che dal 22 ottobre saranno al cinema con il lungometraggio Game Therapy che mercoledì verrà presentato in anteprima nella sezione collaterale del Festival di Roma 2015 Alice nella Città.

OpenSpace: Favij, Federico Clapis, Leonardo Decarli e Zoda “Noi, webstar per divertimento”

A cercare di capire il motivo del loro successo la Toffa ha invitato in studio lo scopritore di talenti italiano per eccellenza: Claudio Cecchetto che per prima cosa si fa un selfie con le 4 webstar più famose d’Italia coronandole una volta e per tutte. “Tra 20 anni loro ci saranno, hanno imboccato la giusta strada, Favij, Federico Clapis, Leonardo Decarli e Zoda hanno delle facce interessanti e questo è un buono inizio” ha esordito Cecchetto aggiungendo “Inoltre loro riescono a fare delle grandi stupidate senza essere stupidi”.

OpenSpace: Favij, Federico Clapis, Leonardo Decarli e Zoda “Noi, webstar per divertimento”

Dopo aver visto in diretta degli spezzoni dei video dei 4 giovanissimi del web Cecchetto sentenzia “Si meritano tutti un bel 10” e non bisogna pensare che “Avere successo sulla rete sia più facile. La rete è solo un nuovo media che ti permette di fare quello che vuoi”. Con sincerità i ragazzi rispondono alle domande del pubblico e ammettono “Sappiamo benissimo che siamo stati scelti come attori di ‘Game Therapy’ per attirare i giovanissimi ma di certo non l’abbiamo fatto per soldi. Sono i produttori che ci guadagnano non noi”. Simpatici, preparati, autoironici e a loro modo seri e affatto montati: al di là di ogni supponente pregiudizio le 4 webstar del momento hanno dimostrato a OpenSpace di meritarsi i loro milioni di seguaci ancor di più di quanto quotidianamente fanno su youtube. (Segui su melty il dossier OpenSpace - Nadia Toffa)

Crediti: facebook, Facebook, youtube