One Direction vincitori ai Brit Awards: "Saremo sempre un gruppo"

One Direction, eterni vincitori
Ecrit par

Dopo un anno dall’inizio della loro pausa, i One Direction stanno continuando a vincere i premi più prestigiosi: il loro ritorno è vicino?

E’ passato ormai più di un anno da quando i One Direction hanno deciso di prendersi una pausa per concentrarsi ciascuno sui propri progetti personali, ma i loro fan hanno dimostrato ancora una volta ieri sera di essere ancora i più fedeli, e nonostante il lungo silenzio della loro band preferita, sono riusciti a fargli ottenere ancora una statuetta ai Brit Awards che si sono tenuti ieri sera a Londra. Il premio ottenuto dal gruppo è stato quello per il miglior video dell’anno con “History”, nel quale sono stati raccolti i momenti migliori dei ragazzi, dalle loro audizioni a X Factor, al successo, fino alla scelta di dividersi, almeno per qualche mese. A ritirare il premio annunciato da Simon Cowell e Nicole Scherzinger ieri è stato Liam Payne, sbucato a sorpresa dal pubblico solo al momento della vittoria visto che fino a quel momento nessuno sapeva che il cantante si fosse presentato all’evento.

Come confermato dal Mirror, il futuro papà ha ancora rassicurato i directioner annunciando: “Ci stiamo prendendo del tempo per lavorare a del materiale come solisti, ma i One Direction sono ciò che noi siamo e ciò che saremo per sempre, quindi questo premio è per tutti noi”. Pur non essendo presenti all'evento anche Niall Horan e Louis Tomlinson hanno voluto dire la loro, dichiarando rispettivamente: “Ancora una volta grazie ragazzi. Payne, ti adoro fratello” e “Sto guardando i Brits da casa. E’ assolutamente incredibile, l’ho già detto tante volte, ma ragazzi state continuando a sorprenderci. Siete magnifici e questo significa tantissimo per noi”. Nessuna dichiarazione invece da parte di Harry Styles, impegnato tra Hollywood e la sala di registrazione, e dell’ex membro della band Zayn Malik, sconfitto assoluto della serata. Forza One Direction, noi continuamo ad aspettarvi!

Crediti: Instagram, Kevin Mazur/BMA2015, Getty Images, Archivio Web