Non Uccidere: 5 cose da sapere sulla nuova fiction con Miriam Leone

Miriam Leone protagonista di Non Uccidere
Ecrit par

Venerdì esordirà su Rai 3 Non Uccidere la nuova fiction con Miriam Leone reduce dal successo di 1992 -La Serie e La Dama Bianca. Su melty 5 cose da sapere sul nuovo serial!

Venerdì 11 settembre, in prima serata, la grande fiction tornerà sul palinsesto di Rai 3 grazie a Non Uccidere la nuova serie televisiva, tutta italiana, che ha come protagonista la splendida Miriam Leone reduce dal successo su Sky di 1992 - La Serie e di quello su Rai 1 per La Dama Velata. Dopo aver interpretato la novecentesca Contessa Clara Maria Elena Grandi Fossà e Veronica Castello l’aspirante show girl anni ’90 con il mito di Lorella Cuccarini, l’ex Miss Italia presterà il suo volto a Valeria Ferro, ispettore in forze alla Squadra Omicidi della Mobile di Torino. I 12 episodi di Non Uccidere sono ispirati ad altrettanti 12 legati a fatti cronaca nera più o meno recente che toccano argomenti delicati quali uxoricidio, stalking e violenza sui minori. In attesa di vedereMiriam Leone (leggi anche: Una nuova serie per la Leone) nei panni dell’ispettore Ferro ecco su melty quali sono le 5 cose da sapere sulla nuova, attesissima, fiction di Rai 3.

UN CRIME PROCEDURAL CLASSICO E REALE

Non uccidere è stato concepito come un crime procedural classico: in ogni puntata, infatti, la protagonista avrà a che fare con un diverso tipo di crimine, con un diverso caso che sarà risolto entro la fine dell’episodio. A questa messinscena “di genere” la fiction però aggiunge una forte dose di realtà portando sul piccolo schermo alcune delle storie della recente cronaca nera italiana che hanno sconvolto la pubblica opinione.

MONICA GUERRITORE È LUCIA

Accanto a Miriam Leone in Non Uccidere ci sarà la grandissima Monica Guerritore nel ruolo della madre della protagonista, Lucia. La donna è sotto accusa per l'omicidio del marito, avvenuto quando la figlia era bambina. Il caso di Lucia, appena uscita dal carcere, sarà la storyline orizzontale che presente con i suoi misteri in ognuno dei 12 episodi dello show.

IL PASSATO DI VALERIA

Il personaggio dell’Ispettore Valeria Ferro, oltre ad essere caratterizzato da un’indole testarda, razionale, ma allo stesso tempo intuitiva, e stakanovista, è anche estremamente fragile. La fragilità della protagonista è legata a un episodio del suo passato remoto che l’ha resa spettatrice dell’omicidio di suo padre la cui madre, ad ora, sembra essere la colpevole. Ma se da una parte Valeria ha vissuto un trauma che la segnerà a vita è proprio grazie a questo che è diventata una poliziotta determinata pronta a esplorare il lato oscuro delle famiglie al fine di esorcizzare il lato oscuro che si annida nel suo vissuto.

LA FAMIGLIA

Valeria Ferro, orfana di padre e con la madre in carcere, è stata costretta a crescere sola con il fratello, Giacomo (Davide Iacopini) e con lo zio Giulio (Gigio Alberti), e ha costruito con loro un rapporto caldo e empatico che l’aiuterà nei momenti di sconforto.

UN AMORE DESTINATO A FINIRE?

A complicare ancora di più la già particolare vita del personaggio di Miriam Leone c’è il suo compagno Giorgio Lombardi (Thomas Trabacchi), che oltre ad essere suo diretto superiore è anche colui il quale, quindici anni prima, ha arrestato sua madre. Nella fiction è molto probabile che la coppia, ora che Lucia è fuori dal carcere, vivrà momenti non facili da gestire.

Crediti: rai, Rai, Web