Non è stato mio figlio: 4^ puntata, riassunto e spoiler (29 marzo)

Gabriel Garko è l'imprenditore Andrea Geraldi
Ecrit par

Il riassunto della 4/a puntata di Non è stato mio figlio. Andrea racconta tutto alla madre Anna, Zio Giovanni viene arrestato e Carlos prepara l'acquisto della azienda dei Geraldi.

Il riassunto della 4a puntata di Non è stato mio figlio è più ricco del solito. Il quarto appuntamento con il family drama ha regalato colpi di scena fino all'ultimo secondo. Nel carcere dove sconta la detenzione in attesa di giudizio c'è Andrea Geraldi (Gabriel Garko), che si sente in pericolo perché viene minacciato da un un brutto ceffo. Dietro c'è il boss Strada (Gaetano Amato), che vuole costringere Andrea a pagare 1 milione di euro per poter evadere con lui dal carcere. Nel frattempo Lily (Valentina De Simone), l'amica di Barbara venuta da Londra, scopre che a mantenerla segregata c'è Carlos. Il macchinatore dal volto sconosciuto continua la sua relazione con Marilda (Anna Galiena), che rivela a Carlos un segreto: sua figlia Rebecca (Anna Favella) scopre di essere incinta e sostiene che il padre è il suo ex Andrea. Intanto in città torna Gina (Darya Baykalova), l'ex amante di Andrea. Lei è l'unica a sapere il contenuto del cd sottratto a Carlos. La sua però non è una permanenza facile perché sulle sue tracce ci sono Loris (proprietario del Bimbastar) ed Edda Martino (Teresa Acerbis), che con sete di vendetta è sempre agli ordini di Carlos.

Nunzia va a trovare Gina nella casa della loro amica spogliarellista. Gina però rifiuta di voler scagionare Andrea, nonostante la sua versione possa riuscirci. Edda così aspetta l'uscita delle due e prova a uccidere Gina, che si rinchiude in camera e si salva chiamando il portiere. Il suo piano fallisce. Nella famiglia Geraldi però c'è un grosso nodo da sciogliere. Alina, dal suo letto dell'ospedale viene minacciata di morte dallo Zio Giovanni (Eric Roberts). Lei racconta tutto a Roberto (riuscirà a perdonarla?) e con la madre prepara una trappola. Far raccontare tutto il giro di false fatture allo Zio mentre all'ascolto ci sono i finanzieri. Il piano riesce e Giovanni Geraldi viene portato in carcere, con la promessa di vendicarsi prima o poi. Magda (Aurore Erguy) non riesce ad attendere l'esito delle indagini e così prova a incontrare il fidanzato. Ad attenderlo però c'è Cosimo Sabelli (Stefano Santospago), il notaio di famiglia, che le racconta l'estraneità di Andrea nel suicidio della figlia Barbara. Proprio quando Magda sta per convincersi che il fratello non c'entri nulla con la morte di sua figlia, ecco che le viene recapitato il cellulare della figlia. Dentro c'è la traccia di una registrazione tra Andrea e Barbara, che sembra incastrare l'imprenditore.

Magda così addossa tutte le colpe alla madre Anna, rea di non averle raccontato la verità e di star coprendo il figlio. Andrea però nel frattempo è riuscito a evadere dal carcere e nel tragitto riesce a liberarsi dalla presenza del boss sottraendogli l'arma. Pietro Mascelloni (Bruno Eyron) uccide il boss Strada ma scopre che non c'entra nulla con la morte della figlia Barbara. Il rampollo della famiglia Geraldi nelle stesse incontra di nascosto la madre Anna e le racconta tutta la sua vita negli ultimi tempi. Lui sostiene di essere caduto in una trappola escogitata da Gina. Inoltre confida tutta le sua debolezza: ha vissuto un periodo in cui la vita non aveva senso e la cocaina era la sua compagna principale. Infine Marilda prepara la scalata all'impresa dei Geraldi con una equipe di avvocati: l'obiettivo è costringerli a vendere le quota di maggioranza. La quarta puntata si chiude con Federico Galletti (Giorgio Lupano), l'amico fraterno nonché vice amministratore della società dei Grimaldi, che dà le chiavi di casa ad Andrea e avverte qualcuno. E' lui il Carlos tenuto nascosto dagli sceneggiatori o solo una semplice pedina di un puzzle ancora più complicato da risolvere? Nella 5a puntata di Non è stato mio figlio, in onda domenica 3 aprile alle 21.15, ne sapremo di più.

Crediti: adua del vesco, ares film, non è stato mio figlio, mediaset