Nelson Mandela morto: Celebrazioni con Letta, Obama ma senza il Dalai Lama

Nelson Mandela è stato un eroe per la sua nazione
Ecrit par

La memoria di Nelson Mandela si celebrerà in diverse occasioni nel corso dei prossimi giorni. Enrico Letta, Barack Obama e David Cameron parteciperanno assieme agli altri capi di stato, il Dalai Lama no. Leggi la notizia su melty.it

Dopo la morte di Nelson Mandela, avvenuta il 5 dicembre 2013, il mondo intero è ancora in lacrime per la perdita di una delle figure più importanti del novecento. La celebrazione per la sua scomparsa si svilupperà lungo un periodo di oltre una settimana e che probabilmente si concluderà domenica 15 dicembre con i funerali a Qunu, il villaggio di origine del leader sudafricano. La domenica prima, ovvero quella dell' 8 dicembre è stata dedicata alle preghiere, lunedì 9 invece avrà luogo una seduta straordinaria delle due camere del Parlamento sudafricano, mentre martedì si svolgerà una cerimonia di celebrazione - la più importante dal punto di vista mediatico - presso il Fnb Stadium di Johannesburg, che ospiterà un massimo di 90.000 persone, tra le quali alcuni capi di stato.

Presenti alla cerimonia di martedì 10 dicembre a Johannesburg ci saranno il premier italiano Enrico Letta, David Cameron, Barack Obama, l'ex presidente Bill Clinton, la Regina Elisabetta e il Principe Carlo. Anche il mondo dello spettacolo non mancherà con alcuni artisti particolarmente affezionati all'eroe sudafricano, come Bono degli U2, che assieme ai Simple Mind e ai The Specials hanno dedicato alcuni brani a Nelson Mandela, Annie Lennox, Oprah Winfrey e la top Model Naomi Campbell. Il grande assente invece sarà il Dalai Lama Tenzin Gyatso, anche lui – come Mandela - vincitore del Premio Nobel per la Pace, nell'anno 1989. Il motivo della sua assenza risiederebbe nel divieto arrivato ancora una volta (era già successo nel 2011) da Pechino e che impedirà al Dalai Lama di viaggiare in Sudafrica. Guarda il discorso di Barack Obama su Nelson Mandela.

Crediti: archivio web, Google images, Archivio web, nelson-mandela.e-monsite.com, Youtube, msn.com