Nek vs Gianluca Grignani a Sanremo 2015: Il bello vs il dannato del Festival

Nek vs Gianluca Grignani
Ecrit par

Nek e Gianluca Grignani con “Fatti avanti amore” e con “Sogni infranti” portano sul palco dell’Ariston le loro storie. Ma Grignani è il lato oscuro di Nek?

Nek e Gianluca Grignani sono cantautori e sono nati entrambi nel 1972. Cosa rappresentano i loro ritorni a Sanremo 2015 per la musica italiana? E che ruolo assumono le due star nell’immaginario femminile? Se Grignani è lunare, Nek è solare. Emiliano, sguardo limpido, viso pulito, perché Nek piace a tutte? Perché rappresenta il “dilf” bello e pettinato, lo splendore dei 40 anni, la coerenza artistica e musicale, il fascino lineare che piace alla mamma come alla figlia. Deciso e sicuro nelle sue scelte musicali, Nek sembra abbia trovato Laura (o qualunque cosa cercasse) nel corso degli anni e appare ancora più attraente agli occhi di chi lo amava prima e chi lo ama adesso. E, mentre su Twitter ci si chiede dove sia il ritratto doriangreyiano che sta invecchiando al posto suo, Nek sta portando a casa un Festival di trionfi e consensi con la sua “Fatti avanti amore”, proattiva e piena di ritmo. Ma per quanto riguarda Gianluca Grignani?

Con “Sogni infranti” Gianluca Grignani riporta sul palco dell’Ariston la sua impronta inconfondibile di rock milanese anni ’90. La sua canzone, al contrario di quella "energica" di Nek riflette sulla malinconia dei sogni svaniti. Sono passati più di 20 anni dal suo esordio a Sanremo Giovani, anche se non sembra, ma era il 1994 quando, proprio a Sanremo, Gianluca Grignani cantò “La mia storia tra le dita”. L’anno successivo, nel 1995, sempre a Sanremo il cantante fece sognare con “Destinazione paradiso”, destinato a diventare un cult per i giovanissimi e non solo. Capelli lunghi, voce un po’ roca, chitarra in mano, mood alla James Dean o nello stile delle rock-star maledette degli ultimi decenni, Gianluca Grignani ha fatto innamorare milioni di donne di tutte le età. Trasandato e dannato, Grignani ha attraversato diverse bufere per la sua dipendenza da droga e alcool (anche nella prima serata di Sanremo Grignani a qualcuno è sembrato ubriaco), gli è stata ritirata la patente per guida in stato di ebbrezza, nel 2009 si è accasciato sul palcoscenico a causa di un malore (imputato al troppo stress). Tra Nek e Gianluca Grignani è quasi impossibile scegliere: troppo opposti, troppo diversi, tanto da sembrare uno il lato oscuro dell'altro.

Crediti: Archivio web, Nuova del Sud, Italia News