NBA: Gigi Datome niente taglio? I Pistons scelgono Aaron Gray

Gigi Datome con la sua canotta
Ecrit par

Sarà probabilmente Aaron Gray, e non Gigi Datome, il giocatore tagliato dai Detroit Pistons in vista dell'inizio della stagione NBA. Scampato pericolo, quindi, per Gigi, il cui ritorno in Europa sarebbe però stato accattivante.

La lotta “fratricida” in casa Detroit Pistons sta per concludersi: entro sera si saprà chi sarà il giocatore “tagliato” (ovvero escluso della rosa) dalla franchigia NBA, che ha al momento 16 giocatori in organico contro i 15 ammessi dalla lega cestistica americana. Tra i papabili di taglio c'è anche il nostro Gigi Datome, che nella passata stagione ha difeso i colori della squadra del Michigan venendo però scarsamente impiegato (34 presenze e 2,4 punti in 7 minuti di media), e non riuscendo quindi a conquistare la piena fiducia dello staff tecnico. Gli altri due sulla graticola sono l'ala Tony Michell, concorrente diretto di Datome impiegato in appena 21 partite nello scorso campionato, e il lungo Aaron Gray, proveniente da Sacramento. Secondo le ultime indiscrezioni, tuttavia, l'ala della Nazionale dovrebbe averla scampata: il pollice verso di coach Van Gundy, infatti, sarà probabilmente rivolto ad Aaron Gray, rimasto ai box durante il training camp per un problema cardiaco e ritenuto evidentemente meno utile di Datome nonostante il contratto biennale firmato in estate.

NBA: Gigi Datome niente taglio? I Pistons scelgono Aaron Gray

Verrebbe così giustamente premiata la perseveranza del 27enne sardo, che ha deciso di giocarsi nuovamente le proprie carte in NBA nonostante le ricche offerte pervenutegli dall'Europa (Barcellona su tutte) e potrà quindi continuare a fare parte del piccolo “contingente” azzurro (assieme ad Andrea Bargnani, Marco Belinelli e Danilo Gallinari, quest'ultimo pronto al rientro dopo quasi due stagioni di inattività) nella lega più spettacolare del mondo. È innegabile, però, che il ritorno di Gigi Datome in Europa avrebbe solleticato la fantasia di molti, per prima senza dubbio quella di Stefano Sardara, presidente della Dinamo Sassari: in caso di taglio siamo pronti a scommettere che l'idea di rinforzare il Banco di Sardegna, in particolare in ottica Eurolega (dopo la sconfitta in Dinamo Sassari-Efes Istanbul 75-82), gli avrebbe immediatamente attraversato la mente. E magari non sarebbe stata così impraticabile, vista la portata commerciale dell'eventuale ritorno in grande stile di Datome (nato a Olbia) nella sua isola natale. In alternativa – parlando sempre di fantabasket – Gigi avrebbe potuto considerare l'idea di tornare alla Virtus Roma, club che ne ha consacrato il talento, o ancora di firmare per un club straniero, magari lo stesso Barcellona o qualche altra big. Tutte eventualità fortunatamente – a quanto pare – come minimo rimandate.

Crediti: NBA TV, lapresse