Naya Rivera al Giffoni 2013, “Un minuto di silenzio per Cory Monteith”

Naya Rivera
Ecrit par

Naya Rivera, la Santana Lopez della serie tv Glee, arrivata alla 4^ stagione, è stata accolta al Giffoni Film Festival da una folla di fan in delirio. Naya ha ricordato Cory Monteith, attore e collega, proponendo un minuto di silenzio.

(di Giulia Naddeo) Circa mille ragazzi hanno dormito, nella notte tra il 23 e il 24 luglio, accampati alla Cittadella del Cinema di Giffoni per accogliere lei, Naya Rivera, la Santana Lopez di Glee. Quello che si è registrato questa mattina è stato un vero e proprio delirio collettivo: una folla impressionante di fan ha cantato e urlato le canzoni della serie senza sosta fino all’arrivo di Naya. Il fenomeno Glee è esploso con tutta la sua potenza alla Giffoni Experience, dove i server sono saltati per eccessive visualizzazioni. Le domande rivolte dai fan durante il meet&greet con Naya Rivera erano costantemente interrotte da singhiozzi e lacrime, sintomo di un coinvolgimento profondo con i personaggi della serie. La ragione ce l’hanno data proprio loro, i ragazzi assiepati in Sala Sordi: "Glee ha significato tanto per moltissime persone a cui ha davvero cambiato la vita. Grazie ai personaggi della serie tantissimi non hanno più paura di mostrare chi sono". Il riferimento va sicuramente anche al personaggio di Naya Rivera che nella 2^ stagione diventa una ragazza che lotta per accettare le proprie inclinazioni, combattuta tra l’amore tra la sua migliore amica e l’incapacità di uscire allo scoperto dichiarando la propria omosessualità.

Altri articoli su Giffoni 2013Elio e le storie tese: In concerto al Giffoni Music ConceptJessica Chastain al Giffoni 2013: "Il vostro affetto è un privilegio"Percy Jackson - Il mare dei mostri: Recensione dell’anteprima

“Il mio personaggio ha dato voce a chi ne aveva di meno. Sono grata a Glee per aver rappresentato persone che non si sentono a loro agio per il loro modo d’essere e che adesso vivono meglio” è così che ha commentato Naya il suo ruolo nella serie. Grande è stata la curiosità intorno alle sue reazioni quando ha scoperto di dover interpretare il ruolo di una ragazza lesbica: “Mi sono sentita completamente a mio agio, tra me e Heather (l’interprete di Brittany) c’era già una buona intesa e quando mi hanno chiesto di far evolvere in quel senso il personaggio per me non ci sono stati problemi”. Al meet&greet si è parlato anche delle prossime stagioni e dei progetti futuri di Naya: “Vorrei girare Glee per sempre! (sicuramente la vedremo nelle prossime due stagioni, ndr) e nel frattempo vorrei fare musica, la mia musica”. Naya Rivera sta lavorando infatti al suo 1° album da solista e su richiesta di una fan ha accettato di dar prova delle sue qualità canore, intonando una canzone della serie con l’accompagnamento di tutti i ragazzi in sala.

Sulle nuove serie, purtroppo, non ha anticipato nulla: “Non posso dire nulla perché davvero non so nulla. Qualsiasi cosa immagini viene poi sconfessata dagli autori. Sicuramente Santana resterà a New York”. Prima di concludere l’incontro con i fan Naya Rivera ha chiesto di osservare un minuto di silenzio per Cory Monteith, l’attore e collega venuto a mancare di recente. “Sono amica di tutti sul set e se vi chiedo di fare un minuto di silenzio sapete perché. Grazie per tutto l’amore che state dimostrando”. Si è continuato poi a parlare della sua carriera, dei suoi sogni da bambina e della 5^ stagione: “Se sono qui oggi, se ho deciso di recitare, devo tutto a mia madre che è qui in sala con noi. Se posso darvi un consiglio ragazzi, non sentitevi troppo sotto pressione: avete ancora tanto tempo davanti e per fare le scelte giuste dovete chiedervi cos’è che amate davvero”.

Crediti: naya rivera