Natale 2014: Regali e viaggi, quanto spendono gli italiani

Regali sotto l'albero
Ecrit par

Qual è il rapporto degli italiani col Natale? Un interessante sondaggio condotto da Grupon rivela che gli italiani si agitano più degli altri cittadini europei in vista delle festività natalizie.

Natale 2014 è alle porte e nelle città d’Italia sono tutti in fibrillazione per la corsa ai regali. Se è vero che il periodo natalizio è un momento magico dell’anno, è anche innegabile che la ricerca del dono perfetto per l’amico, la mamma o il fidanzato porta con sé una notevole dose di ansia pre-natalizia. L’Italia è il Paese che avverte più agitazione per l’arrivo delle feste: è quanto emerge da un sondaggio condotto da Grupon su 1400 italiani in occasione della campagna di Natale online dal 24 novembre. Ma quali sono le nostre abitudini in vista delle festività natalizie? Grupon ha cercato di scoprire cosa amiamo e cosa non ci piace del Natale, cosa regaliamo, quanto spendiamo e quale dono vorremmo trovare sotto l’albero. Innanzitutto c’è un dato rassicurante: nonostante la crisi economica, amiamo ancora fare doni e siamo disposti anche a un piccolo sacrificio pur di fare un pensierino a una persona cara. Il 75% degli italiani che hanno risposto al sondaggio farà e riceverà regali, mentre solo il 4% non intende farne.

Natale 2014: Regali e viaggi, quanto spendono gli italiani

Se si parla di Natale, agli italiani – notoriamente buongustai – vengono subito in mente tavole imbandite e buon cibo, mentre tutti gli altri Paesi europei associano questa festa alla possibilità di trascorrere del tempo in famiglia. Dal sondaggio è emerso che il 30% degli italiani prova agitazione quando vede comparire le prime illuminazioni natalizie in città. I dati raccolti da Grupon rivelano che in media faremo 11 regali a testa spendendo in tutto 320 euro (circa 30 euro per pensiero). Particolarmente stressante si rivela la ricerca di un dono per il fidanzato o il marito, così come anche per la mamma. I figli si aspettano da Babbo Natale (alias mamma e papà) dei regali particolarmente costosi. E se si riceve un dono non particolarmente gradito? No problem: il 60% degli italiani lo ricicla senza problemi (Inghilterra e Germania fanno altrettanto, mentre nei Paesi Bassi, in Francia e in Spagna i regali non si riciclano). Tutto sommato, però, il livello di soddisfazione è abbastanza alto In Italia: il 20% dà un bel 7 ai doni ricevuti. Volete fare un regalo che si rivelerà certamente gradito? Puntate sul viaggio. Il 22% degli italiani lo ricorda come uno dei doni più apprezzati mentre il 54% delle persone, se avesse un extra budget da spendere, passerebbe qualche giorno fuori porta con il partner. Infine, una domanda più ideale: chi merita un regalo speciale a Natale 2014? Interessanti le risposte degli italiani disoccupati, pensionati e chi non riesce a sostenere la famiglia, ma anche Papa Francesco, Schumacher e gli alluvionati della Liguria. Con questo sondaggio Grupon ha tratteggiato un quadro molto interessante sul rapporto odio-amore fra italiani e Natale.

Crediti: Archivio web