Naruto: Nuove miniserie del Villaggio della Foglia

Da sinistra: Hitachi, Sasuke, Naruto e Kakashi
Ecrit par

Le avventure di Naruto, il ninja biondo più amato dei fumetti, non sono finite qui. Masashi Kishimoto ridarà vita al Villaggio della Foglia, tra nuove battaglie e sfide da affrontare.

La fine del manga di Naruto ha rappresentato, per noi che abbiamo comprato nel 2003 il primo numero, quasi la fine di un epoca. È con una certa malinconia che abbiamo chiesto al nostro edicolante di fiducia quel fatidico numero 68. Ammettiamolo, eravamo quasi restii a sfogliare quell'ultima reliquia, perché sapevamo già che l'ultima pagina di Naruto sarebbe arrivata inesorabile e senza appello. E ci siamo arrivati con il magone alla fine, contenti per la fine di un viaggio ma anche ansiosi di iniziarne un altro. Masashi Kishimoto, giovane autore di Naruto, ha disegnato anche altre opere ma nessuna ha avuto un successo pari a quello del famoso ninja della Foglia. Questo ha un po' intristito i fan del celebre manga, che intanto si sono consolati guardando i numerosi film dedicati alla serie e aspettando il musical di Naruto in uscita a marzo.

Fortunatamente, per tutti gli appassionati di Naruto a breve arriverà una sorpresa: ad aprile, infatti, usciranno delle nuove miniserie per approfondire le storie personali di alcuni personaggi. Come Kakashi, protagonista del primo episodio, il quale è sempre stato un personaggio amatissimo ma avvolto nel mistero dall'inizio alla fine del fumetto. Una mossa intelligente e soprattutto volta a colmare la curiosità dei milioni di otaku sparsi in tutto il mondo, che troppe volte hanno visto i propri eroi personali scomparire e lasciare irrisolti i mille quesiti sollevati dalla serie. Queste miniserie sono state ideate in occasione del quindicesimo anniversario dell'uscita di Natuto, per cui è stato ideato un evento chiamato "Naruto Shin Jidai Kaimaku Project". Solo quando avrà ultimato le rifiniture del suo capolavoro, Kishimoto si dedicherà a un'altra opera. Sarà all'altezza di Naruto?

Crediti: YouTube, Archivi Web