Napoli-Sampdoria: Diretta tv e formazioni 2^ Serie A 2015-2016

L'urlo di Marek Hamsik
Ecrit par

La diretta tv di Napoli-Sampdoria della 2^ di Serie A 2015-2016 è alle 20.45. Sarri cambia quattro giocatori rispetto al Sassuolo. La Samp potrebbe perdere Eder in attacco.

Cominciare a vincere e farlo davanti ai propri tifosi. Il Napoli di Maurizio Sarri prepara la sfida di domenica sera alla Sampdoria con il piglio dell'appuntamento da non mancare. La brutta sconfitta rimediata con il Sassuolo (qui Sassuolo-Napoli 2-1: Highlights 1^ serie A) è la spia che ha fatto riflettere il tecnico toscano. La rivoluzione ci sarà e riguarderà soprattutto la difesa. Kalidou Koulibaly da possibile partente potrebbe ritrovarsi titolare al fianco di Albiol. Stesso discorso per Faouzi Ghoulam, associato a diverse squadre, per ultima l'Inter di Mancini. A centrocampo invece chi ci sarà è Marek Hamsik. Lo slovacco è stato uno dei più positivi in terrà emiliana, riuscendo a siglare anche il gol del vantaggio iniziale. Alla vigilia il capitano del Napoli ha rilasciato alcune dichiarazioni, partendo proprio dall'ultima partita con il Sassuolo: "Il campionato è lungo, è una maratona, c'è tempo per recuperare ma non dobbiamo perdere troppi punti e quindi dobbiamo fare bene contro la Samp. Abbiamo riguardato la partita di domenica, dopo il gol ci hanno schiacciato - ha sottolineato il centrocampista slovacco - abbiamo perso l'equilibrio e a una squadra come la nostra non deve succedere, dovevamo continuare la nostra partita. Ci teniamo molto al match di domenica, sono due mesi non giochiamo in casa, neanche le amichevoli e non vediamo l'ora di tornare al San Paolo". Hamsik ha voluto infiammare la tifoseria con un augurio: "Spero che questa stagione per il Napoli si concluda sollevando un trofeo sopra la testa".

Napoli-Sampdoria: Diretta tv e formazioni 2^ Serie A 2015-2016

Forse lo slovacco si riferisce all'Europa League, i cui gironi sono stati sorteggiati nella giornata di venerdì. E' andata bene agli azzurri, che se la sono cavata con il Dnipro, il Saint-Etienne e il Rosenborg. Più difficile che questo Napoli possa puntare allo scudetto. A Reggio Emilia la squadra è sembrata sfaldarsi nella ripresa, smarrendo le distanze tra i reparti e subendo l'aggressività dei ragazzi di Eusebio Di Francesco. Insomma la truppa di Sarri deve lavorare sul campo per assimilare bene i meccanismi difensivi che hanno fatto del tecnico toscano uno dei migliori maestri nel panorama degli allenatori italiani. Rispetto al resto della formazione non mancano le novità a centrocampo. Al fianco di Valdifiori potrebbe tornare Allan, la cui esclusione ha fatto storcere il naso a più di qualche tifoso partenopeo. David Lopez non ha dato le giuste garanzie di filtro, così il brasiliano sembra in pole. Hamsik come dicevamo completa la mediana. L'altra grande questione è il modulo scelto da Sarri. Lorenzo Insigne come trequartista non dà le giuste garanzie al momento e in molti addetti si chiedono se non sia il 4-3-3 il modulo più giusto. Sarri tuttavia continua a provare il 4-3-1-2. La spalla di Gonzalo Higuain al San Paolo potrebbe essere José Callejon. Mertens non è una seconda punta e la dimostrazione si è avuta a Sassuolo. Una vera seconda punta il Napoli ce l'ha e si chiama Manolo Gabbiadini. Callejon è più un esterno d'attacco, anche se si adatta a fare la seconda punta all'occorrenza. Il Napoli sembra un cantiere aperto, tuttavia il campionato non aspetta e conquistare tre i punti in classifica è il solo obiettivo che conta in questa giornata. QUI SAMP. La Samp più che orientata al campionato sembra concentrata sul mercato. Nelle ultime ore di mercato i blucerchiati sono scatenati, sia in entrata che in uscita. Forse troppe distrazioni che potrebbero pregiudicare la tranquillità dell'ambiente. La formazione messa in campo da Zenga è Viviano; Cassani, Moisander, Silvestre, Regini; Barreto, Palombo, Fernando; Soriano; Eder, Muriel. Napoli-Samp è trasmessa in diretta tv alle 20.45 da Sky Sport e Mediaset Premium.

Crediti: Archivio web, Ansa