MotoGP: Valentino Rossi penalizzato, ha perso il Mondiale?

Rossi, una penalizzazione che costerà un Mondiale?
Ecrit par

Valentino Rossi, penalizzato dopo aver buttato giù Marquez a Sepang, partirà ultimo nell'ultima gara a Valencia perdendo così quasi ogni possibilità di vincere il Mondiale. Scopri di più.

E fu così che Valentino Rossi buttò alle ortiche una delle stagioni più belle della sua carriera. Quanto successo nel GP di Sepang, con il pilota italiano che ha sostanzialmente fatto cadere Marquez nel corso della gara, non fa bene alla MotoGP e non fa bene nemmeno al Mondiale di Valentino Rossi. Dopo più di un'ora di discussione la commissione gara ha dato una penalizzazione molto importante al pilota italiano, ritenuto completamente colpevole di quanto fatto. Rossi sarà costretto a partire dall'ultima posizione in griglia nel GP di Valencia, ultima gara della stagione. Con soli 7 punti di vantaggio su Lorenzo e una pista difficile come quella spagnola per l'italiano la chance di vittoria mondiale sono ridotte praticamente allo zero assoluto. Si attende ancora la decisione della direzione gara sul ricorso presentato da Yamaha per provare a risolvere la situazione, ma non sembra ci sia nulla da fare per cambiare una penalizzazione che sembra aver deciso questa stagione 2015. Lorenzo andrà quasi certamente a vincere il suo mondiale con Rossi che si è rovinato con le sue stesse mani e che ha praticamente gettato alle ortiche quasi ogni possibilità di vittoria.

Le immagini della lotta tra Rossi e Marquez le vedremo oltre mille volte. Le dinamiche sono ormai più che chiare, con Marquez che ha ostacolato Rossi e l'italiano che si è innervosito e lo ha deliberatamente spinto a cadere. Un brutto gesto dal quale non poteva uscire assolutamente niente di buono ma che è diretta conseguenza di un clima sempre più teso e che doveva essere risolto alla vigilia, prima che si scatenasse quanto successo. Noi riteniamo la penalizzazione giusta, non poteva non esserci alcuna conseguenza per quanto successo e per il bruttissimo gesto di Rossi, accompagnato da un acceso sguardo di sfida e da un rallentamento deliberato e intenzionale. Si può discutere sulla questione “calcetto” ma la manovra è di per se piuttosto brutto e doveva essere punita. Con la sua condotta Marquez ha confermato probabilmente quando Rossi diceva di lui, ma non ha fatto nulla di palesemente scorretto. La tattica di Valentino gli si è rivoltata completamente contro, portando in gara quel nervosismo che non ha fatto bene alla competizione. Da pilota esperto Rossi doveva gestire meglio la situazione e non cadere in facili scorrettezze, consapevole che avrebbero portato a questa situazione.

Quel che è certo è che ora per Rossi vincere il Mondiale sarà praticamente impossibile. Partire ultimo a Valencia è un handicap che sostanzialmente consegna in mano il mondiale a Lorenzo, cui basterà fare la sua gara per vincere il titolo. Il pilota italiano dovrà rimontare dall'ultima posizione in una pista tortuosa in cui è parecchio difficili superare e liberarsi degli altri piloti. Andare a punti sarà facile, ma non raggiungere i tre spagnoli terribili Lorenzo-Pedrosa-Marquez. Un bellissimo mondiale che Rossi ha buttato via con le sue stesse mani, ma anche la direzione gara non è esente da colpe. Non mettiamo in dubbio la bontà della sanzione, che doveva esserci e doveva essere pesante, ma il fatto che non si sia mai cercato di porre un freno a queste polemiche e ad una tensione crescente tra Rossi e Marquez che si era vista anche in pista nelle libere e durante le qualifiche. I due piloti andavano redarguiti e ammoniti entrambi in maniera preventiva in modo da evitare quanto successo. Ma soprattutto, cosa succederà nell'ultima gara a Valencia? Sarà gestibile la tensione tra Marquez e Rossi e, soprattutto, quella nello stesso box tra lo stesso Rossi e Lorenzo? Non sappiamo come andrà a finire. Lorenzo probabilmente vincerà, ma non era il finale di Mondiale che volevamo vedere.

Manuel Lai

Crediti: Archivio web, MotoGP