MotoGP: Rossi, Marquez e Lorenzo sull'incidente di Bianchi, "La F1 ha sbagliato"

Valentino Rossi vicino a Bianchi
Ecrit par

A margine della conferenza stampa in vista del GP di Motegi di domenica Rossi, Marquez e Lorenzo si sono espressi con parole forti sull'incidente di Bianchi a Suzuka e il problema sicurezza in Formula 1.

Anche la MotoGP, a pochi giorni dal GP di Motegi si è interrogata sull'incidente di Jules Bianchi e il problema sicurezza all'interno della Formula 1 e in tutto il mondo dei motori. Anche il Motomondiale, naturalmente, non è esente da un problema che è normale si presenti in sport in cui bolidi velocissimi sfrecciano a più di 300 km/h. Gli sport a due ruote sono se vogliamo anche più pericolosi rispetto a quelli su quattro e gli incidenti sono spesso all'ordine del giorno, così come le tragedie. Basti ricordare la morte di Marco Simoncelli o le numerose che l'hanno preceduta così come quelle che sono arrivate dopo. Lo stesso GP di Suzuka evoca brutti ricordi ai piloti della MotoGP per la morte di Daijiro Kato e l'addio definitivo del Motomondiale a questo GP da sempre problematico per quanto riguarda la sicurezza. Certo è che l'incidente di Bianchi abbia avuto cause più profonde ed è proprio su queste che in conferenza stampa si sono interrogati anche i centauri della MotoGP. Rossi, Marquez e Lorenzo sono stati abbastanza critici con la direzione gara della Formula 1.

MotoGP: Rossi, Marquez e Lorenzo sull'incidente di Bianchi, "La F1 ha sbagliato"

A parlare per primo dell'incidente di Bianchi è stato Valentino Rossi, da sempre attento alla questione sicurezza in Motomondiale e che, nella sua lunga carriera, ha dovuto salutare alcuni amici morti prematuramente per via di una corsa motociclistica: "È davvero una brutta sensazione – ha detto il numero 46 - mi pare che la situazione sia disperata; io lo conosco, è un bravo ragazzo, giovane, con talento, ma Suzuka è un circuito difficile e pericoloso e noi ci siamo fermati dopo la caduta di Kato. È un peccato perché è fra i migliori del mondo ma non posso non dire che è pericoloso”. Per Vale l'errore della direzione gara è stato importante: “La sfortuna ha avuto un peso, ma dovevano comunque fermare la gara con la safety car prima di far entrare la gru in pista: non è possibile che si sia una gru in un punto dove una monoposto può uscire di pista. È stato fatto un errore nell'aver fatto entrare qualcosa di così pericoloso sul tracciato".

MotoGP: Rossi, Marquez e Lorenzo sull'incidente di Bianchi, "La F1 ha sbagliato"

Anche Lorenzo, compagno di squadra di Rossi in Yamaha ha voluto dire la sua e il parere è abbastanza vicino a quello del pilota italiano: "È un momento triste per i motori e lo sport, non ho seguito bene, ma Sukuza può essere molto pericoloso e per far entrare un trattore o gru in azione dovevi utilizzare la safety car: è un insegnamento per il futuro, ma ora è troppo tardi". É importante che anche la Formula 1 recepisca questi pareri e che valuti in futuro misure importanti su questo fronte per evitare in futuro tragedie come questa. Anche Marquez ha detto la sua, ma in modo più remissivo e, se vogliamo, diplomatico: "È sempre una situazione difficile, non è MotoGP – ha dichiarato - ma si tratta sempre di un altro pilota: gli auguro il meglio. Quando succedono queste cose, però l'importante è capire l' errore fatto e cercare di evitarlo in futuro".

MotoGP: Rossi, Marquez e Lorenzo sull'incidente di Bianchi, "La F1 ha sbagliato"
Crediti: Archivio web