Gemma Galgani, morto il gatto Piripicchio, Giorgio Manetti la consolerà?

Gemma Galgani e Piripicchio
Ecrit par

Lutto a casa di Gemma Galgani. È morto il suo adorato gattino e compagno di vita. Ecco le parole della dama e le ipotesi su Giorgio Manetti.

Fiocco nero a casa di Gemma Galgani. La celebrity di Uomini e Donne Over ha perso il suo gatto Piripicchio a cui è sempre stata legatissima. Un dolore lancinante per Gemma, che considerava il suo gatto una vera e propria famiglia. Da circa un anno Piripicchio non stava bene ed era stato sottoposto anche a un paio di interventi; ma, evidentemente, il suo destino era già segnato. Sgomento per Gemma e i suoi fan, che la dama avverte con un post su Facebook: “Ieri mi ha lasciata lasciata Piri, scusate ma non avevo la forza di scrivere. E così mi sono ritrovata ad avere la tastiera del computer libera, l'angolo del mio letto vuoto, il silenzio quasi spaventoso della mia semplice casa. Ora semplice perché prima invece ricca di tanto amore, allegria e tanta tanta compagnia. Lui era il compagna di una vita, il pilastro che mi sorreggeva, è stata la presenza che con il suo silenzio ha fatto si che io fossi come mi vedete oggi. Con la sua melodia a suon di fusa, che nessun cantautore potrebbe replicare mi ha accompagnata in questa meravigliosa avventura che è la mia vita” esordisce Gemma.

>>>Gemma e Giorgio uniti da un evento triste

E aggiunge: “Lui mi dava e non mi toglieva nulla, con la sua indipendenza mi ha insegnato ad amare me stessa e apprezzare ciò che di bello posso offrire, perché lui l'ha capito, lui ha ricevuto il mio vero amore. Un amore incondizionato, senza pretese, litigi e malintesi. Un amore puro e genuino che solo lui poteva capire. Lui sapeva leggere le mie emozioni, ora consolatore, ora dispettoso ma sapeva anche soffrire con me. Oggi mi lascia Piri il mio baffuto amico pelosetto!”. Non è ancora dato sapere la reazione di Giorgio Manetti a questa perdita. Sappiamo però che il cavaliere aveva conosciuto il gattino, che aveva ribattezzato “Pinturicchio”, ed era perfettamente consapevole di ciò che l’animale significasse per Gemma. Le scriverà un messaggio di conforto, le farà una telefonata? O andrà a Torino a vedere se sta bene? L’ultima ipotesi, dati i pregressi, è da escludere ma di certo Gemma, in questo momento, ha bisogno di affetto sincero.

Crediti: YouTube, Twitter, Archivio web