Morgan a Ballarò, "Berlusconi? Una popstar"

Morgan intervistato a Ballrò
Ecrit par

A pochi giorni dall'addio a X-Factor Morgan è intervenuto come ospite durante l'ultima puntata di Ballarò. In coppia con Franco Battiato, il cantante milanese ne ha approfittato per dire la sua sull'Italia, Renzi e Berlusconi.

Dopo l'addio con le polemiche a X-Factor, Morgan torna di nuovo in video durante l'ultima puntata di Ballarò, il programma di attualità e politica condotto da Massimo Giannini su Rai 3. L'ormai ex-giudice di uno dei talent più conosciuti al mondo, è stato ospite insieme a Franco Battiato in una sorta di intervista doppia. Entrambi sono in libreria con i loro ultimi lavori: il cantautore siciliano con il libro dal titolo "Attraversando il bardo, sguardi sull'aldilà", e il cantante milanese con “Io, l'amore, la musica, gli stronzi e Dio”. Morgan, all'anagrafe Marco Castoldi, comincia con alcune dichiarazioni sull'attuale situazione italiana: “l'Italia ha un sacco di potenzialità inespresse e purtroppo parte spesso con un complesso d'inferiorità che non dovrebbe avere. Quello italiano è un popolo di grandi menti creative che però devono venir fuori. La fuga dei cervelli è dovuto dal fatto che qui non riescono a fare quello che vorrebbero. È questa la tragedia attuale”.Il leader dei Bluvertigo continua sostenendo che “a impedire questo sviluppo sono le strutture, le burocrazie e la visione di corto periodo di quelli che hanno io vero potere. A priori mi fido della politica, però seno la necessità che i filosofi tornino a dire la loro nel dibattito politico, che è una sana alternativa al pensiero dell'economista”.

>>> Guarda l'intervista integrale di Morgan a Ballarò

Morgan a Ballarò, "Berlusconi? Una popstar"

Morgan parla anche delle nuove inchieste di corruzione: “quando emergono questi fatti io provo innanzitutto dispiacere per lo spreco pazzesco del lavoro che serve per pagare le tasse, le quali poi finiscono nelle mani di uomini che vanno a spendere facilmente questi soldi.” Sul premier Matteo Renzi sostiene: “Penso che Renzi sia e debba essere una speranza: gli è stata data una grande occasione e credo che lui la saprà sfruttare. Non bisogna interrompere chi sta lavorando.” Il cantante-scrittore non si lascia sfuggire la possibilità di intervenire sull'intricata partita per il dopo Napolitano affermando: “La donna al Quirinale è una figata, sarebbe una bellissima ventata” dando un proprio elenco che riguarda astronaute, editrici, traduttrici, scrittrici e filosofe. Infine un'ultima battuta la dedica all'ex Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, sul quale dice: “Berlusconi musicalmente è geniale, ma come politico è discutibile, infatti secondo me dovrebbe andare a X-Factor! ”

Crediti: Sky Uno, web