Monti svela il simbolo di Scelta Civica, alla Camera liste Udc, Fli e società civile

Mario Monti ha scoperto il simbolo
Ecrit par

Mario Monti ha svelato il simbolo di “Scelta Civica”, la nuova formazione di centro che sostiene il premier e si presenterà con una lista unica al Senato. Liste separate alla Camera per Udc, Futuro e Libertà e 'Verso la Terza Repubblica'.

Nessuna sorpresa. La coalizione di centro che candida Mario Monti a Palazzo Chigi nel 2013 si presenterà con una lista unica in Senato, mentre alla Camera ci saranno tre liste distinte in coalizione tra loro. Si tratta di “una lista Udc con il nome Casini, una lista di Futuro e Libertà con il nome Fini e una composta da membri della società civile”. Lo ha annunciato lo stesso Monti verso le 18 e 45 all'Hotel Plaza di Roma, con tre quarti d'ora di ritardo rispetto all'inizio previsto della conferenza stampa. La lista della società civile alla Camera si chiamerà “Scelta Civica” e porterà la dizione “Con Monti per l'Italia”. Il simbolo è un cerchio con un discreto tricolore. Nella lista verranno candidati soprattutto esponenti di Italia Futura, il think tank di Montezemolo che da sempre sostiene Mario Monti. Lo stesso simbolo verrà utilizzato per la lista unica al Senato ma, ha spiegato Mario Monti “senza la dizione 'Scelta Civica'”.

Monti svela il simbolo di Scelta Civica, alla Camera liste Udc, Fli e società civile - photo
Monti svela il simbolo di Scelta Civica, alla Camera liste Udc, Fli e società civile - photo

Mario Monti aveva incontrato Fini e Casini nel pomeriggio per discutere delle liste, e non è stato accontentato. Il premier uscente, così come il ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera, avrebbe infatti preferito una lista unica al Senato come alla Camera. Per ragioni di identità politica, ma anche legate al finanziamento dei partiti, Udc e Fli hanno deciso di non rinunciare al proprio nome e nemmeno a quello del proprio leader alla Camera. Monti ha detto che “i criteri di eleggibilità saranno più esigenti rispetto alla normativa vigente”. Si è detto anche “lieto” della collaborazione delle forze politiche che lo appoggiano. Ma vista la sua freddezza, e anche il ritardo accumulato, è molto probabile che fosse amareggiato. Non si è trattenuto per rispondere alle domande dei cronisti, che gli avrebbero chiesto una reazione all'ultimo sondaggio: la lista Monti è data al 12% e sarebbe la quarta formazione politica italiana.