Mondiali Atletica 2013: Bolt nei 200, il programma e le finali

Usain Bolt favorito nei 200
Ecrit par

Settima giornata dei Mondiali di Atletica a Mosca: tra le gare pomeridiane spicca la semifinale dei 200 con il ritorno in pista di Bolt. Mezza delusione per gli azzurri del salto triplo: si qualifica per la finale il solo Schembro.

Le emozioni dei Mondiali di Atletica non si fermano. Malgrado la cappa di polemiche che si è addensata su Mosca per la legge anti-gay voluta da Putin, lo spettacolo in pista non sembra aver risentito del clima extra-sportivo. A farla da padrone, nel giovedì di Ferragosto, è stato il salto in alto: l’ucraino Bondarenko è volato più in alto di tutti e ha conquistato la medaglia d’oro con la misura di 2,41 metri, battendo il canadese Drouin e il qatarino Barshim. Il record di Sotomayor (2,46) resta però ancora immacolato. Nella stessa disciplina, questa volta sul fronte donne, è stata la nostra Alessia Trost a essersi messa in evidenza. La ventenne azzurra ha avuto accesso alla finale di sabato pomeriggio grazie ad un’elevazione di 1,92 metri, nella gara disputatasi nel vecchio Stadio Lenin: lo stesso che 33 anni fa (erano le Olimpiadi di Mosca 1980) salutò lo storico oro di Sara Simeoni.

Mondiali Atletica 2013: Bolt nei 200, il programma e le finali - photo
Mondiali Atletica 2013: Bolt nei 200, il programma e le finali - photo
Mondiali Atletica 2013: Bolt nei 200, il programma e le finali - photo

La giornata di venerdì si è aperta con una mezza delusione per gli azzurri del salto triplo: Daniele Greco si fa male nel riscaldamento e il bronzo olimpico Fabrizio Donato delude con la lunghezza di 16,53: l’unico a qualificarsi per la finale (con poche possibilità di successo) è Fabrizio Schembro, dodicesimo in graduatoria con il suo 16,83. Nel pomeriggio, occhi puntati sul giamaicano Usain Bolt: il re dei 100 metri sarà impegnato alle 17,40 italiane nella semifinale dei 200 metri, alla quale l’Uomo più veloce del mondo si era qualificato ieri con il tempo di 20,66, “passeggiando” letteralmente nel finale di gara. Già alle 17 si comincia a fare sul serio con la finale del lancio del martello donne, con la russa Lysenko indicata come favorita numero uno. Alle 17,30 va in scena la finale del salto in lungo uomini, mentre alle 18,10 sarà la volta del lancio del peso. Grande attesa anche per l’ultimo atto dei 5000 metri maschili: i pronostici puntano tutto sul britannico Mo Farah, eroe multietnico a Londra 2012. Finale in crescendo con la finale dei 200 femminili (19,15), dove i riflettori saranno certamente puntati sulla giamaicana (oro nel 100) Shelly-Ann Fraser, insidiata dalla statunitense Allyson Felix. Alle 19,45 chiusura con la staffetta 4x400 uomini: sarà un’altra sfida Usa-Jamaica.

Il programma pomeridiano

17.00: finale lancio del martello

17.05: semifinale 1500 metri maschili

17.30: finale salto in lungo maschile

17.40: semifinali 200 metri maschili

18.10: finale lancio del peso maschile

18.15: semifinali 800 metri femminili

18.45: finale 5000 metri maschili

19.15: finale 200 metri femminili

19.30: finale 4x400 maschile

Crediti: melty.it, zimbio.com, allvoices.com, paginadellosport.it, goolfm.net