Mondiali Atletica 2013: Bolt 200 e Alessia Trost, finali e programma

Usain Bolt, favorito nei 200
Ecrit par

Penultima giornata dei Mondiali di Atletica di Mosca. Il programma di sabato 17 agosto, oltre all’onnipresente Bolt nella finale dei 200, vede un ricco parterre di atlete azzurre: su tutte Alessia Trost, erede della grande Sara Simeoni.

Usain Bolt non si smentisce. Il giamaicano dei record su pista si è qualificato per la finale dei 200 metri, in programma nel pomeriggio di sabato 17 agosto ai Mondiali di Atletica di Mosca: la medaglia d’oro dei 100 ha avuto accesso alla gara decisiva con il tempo di 20,12 secondi, superando al fotofinish il collega sudafricano Anaso Jobodwana. Bolt, la cui supremazia gli ha consentito di allentare notevolmente il passo negli ultimi istanti di gara, è ora il favorito d’obbligo per la finale delle 18, anche se lui stesso ha dichiarato di “Non prevedere nuovi record”. Non c’è tuttavia il solo Bolt ad attirare gli sguardi sull’ottava giornata dei Mondiali di Russia. Tra le stelle dell’atletica mondiale figura anche una brillante promessa italiana: si tratta della 20enne Alessia Trost, già oro ai Mondiali Juniores e agli Europei under23, che tenterà alle 16 l’assalto al podio nel salto in alto. Nella “semi” di giovedì, la friulana si era issata a 1,92 metri nello Stadio Lenin, teatro di gloria olimpica per Sara Simeoni. Eredità pesantissima, ma non insormontabile.

Altri articoli su Mondiali Atletica 2013Mondiali Atletica 2013: Usain Bolt vince la finale 100m, video garaMondiali Atletica 2013: Elisa Rigaudo quinta, La Mantia e Chesani fuoriMondiali Atletica 2013: Isinbayeva anti-gay, "In Russia siamo normali"Mondiali Atletica 2013: Bolt nei 200, il programma e le finali

Il programma moscovita si aprirà però con la Maratona uomini alle 13,30, “orfana” dell’ex campione olimpico azzurro Stefano Baldini (Atene 2004). Al termine della prova, avrà dunque inizio la finale del salto in alto donne (ore 16), mentre alle 16,20 un’altra italiana proverà a far sognare l’atletica azzurra: si chiama Marzia Caravelli e tenterà la qualificazione alla finale dei 100 metri ostacoli, che si disputerà alle 17,30. Prima, però, spazio all’ultimo atto del giavellotto uomini (16,35) e dei 1500 donne (16,55), nei quali non ci saranno tuttavia italiani impegnati. Per ritrovare rappresentati (femminili) tricolori occorre attendere le 17,45, orario di inizio della finale della staffetta 4x400: Chiara Bazzoni, Marta Milani, Maria Benedict Chigbolu e Libania Grenot, qualificate con un tempo di 3′ 29″ 62. Nella giornata di venerdì sono state assegnate le importanti medaglie dei 5000 uomini e dei 200 donne: la prima ha confermato il dominio incontrastato del britannico Mo Farah, già trionfatore a Londra 2012, mentre nella seconda Shelly-Ann Fraser (facilitata anche dal brutto infortunio di Allyson Felix) ha staccato tutte bissando la vittoria nei 100. La Jamaica sembra aver trovato una Bolt in gonnella.

Il programma di oggi

13: 30 - maratona uomini

16: 00 - finale salto in alto donne

16: 20 - semifinali 100 metri ostacoli donne

16: 35 - finale lancio del giavellotto uomini

16: 55 - finale 1500 metri donne

17: 30 - finale 100 metri ostacoli donne

17: 45 - finale staffetta 4×400 donne

18: 05 - finale 200 metri uomini

Crediti: scmp.com, lenovae.it, sportlive.it, Youtube, usain bolt, paginadellosport.it, allvoices.com, goolfm.net