Minions: “Hello papagena!”, arriva al cinema l’invasione gialla (Recensione)

Minions al cinema!
Ecrit par

Teneri, guastafeste e bisognosi di cattiveria, i Minions arrivano oggi in sala con un film tutto a loro dedicato. La recensione su melty.

Già da quando, nel 2010, per la prima volta apparvero sul grande schermo come aiutanti pasticcioni di Gru in Cattivissimo Me, iMinions divennero a tutti gli effetti delle star. Nonostante la dolcezza della piccola triade composta da Margo, Edith e Agnes, capace di far capitolare anche il cuore del più perfido degli esseri umani, quel strani esserini gialli già era palese avessero una marcia in più. Era solo questione di tempo, quindi, vederli protagonisti assoluti di un lungometraggio che finalmente, dopo tanta attesa, è sbarcato nelle sale il 27 agosto.(Leggi anche: Minions, l’incontro con i doppiatori).

La trama

I Minions hanno un solo scopo nella vita: servire il più cattivo del mondo. Purtroppo però la loro indole pasticciona fa sì che, nonostante i buoni propositi, i Minions diventino più d’intralcio alla malvagità del loro momentaneo padrone, che sia un T-Rex o Napoleone, che d’aiuto. Quando di punto in bianco la ciurma di adorabili e giallissimi servitori rimane senza un padrone, cadendo così in una forte depressione, tre di loro, al secolo Kevin, Stuart e Bob partono alla ricerca di un nuovo villain trovandolo nella perfida Scarlett Sterminator che non è affatto la “cattivissima” perfetta che i tre Minions speravano. Anzi. (Leggi anche: Minions versione Principesse Disne)

Yellow Power

Quello che a tutti gli effetti vuole essere un prequel di Cattivissimo Me è un film che si basa principalmente sulla verve comica e non sense dei suoi protagonisti più che su una storia trita che gioca, troppo, sull’azione e (troppo) poco sulla novità. Se non fossero stati i famosissimi e strambi personaggi a forma di tic tac la chiave di Minions la pellicola sarebbe stata del tutto trascurabile ma, fortunatamente, la loro fama e la loro simpatia, accompagnata da una buona dose di gag esilaranti inserite proprio nei momenti narrativamente meno coinvolgenti e più stereotipati, salva il salvabile. Minions è un film che nasce e viene sviluppato con la consapevolezza di un successo assicurato. Pierre Coffin, regista dei primi due capitoli su Gru e creatore dei personaggi amanti delle banane (che qui si separa dal fido collega Chris Renaud e fa coppia alla regia con Kyle Balda), sa molto bene che i familii da lui creati sono in grado, senza il minino sforzo aggiunto, di garantire la risata e l’incasso. E così è stato. E così sarà ma il tutto risulta uno spreco. Un grande spreco di fantasia.

Crediti: web