Miley Cyrus nuda davanti allo specchio prima degli MTV VMA 2015 (foto)

Miley Cyrus, presentatrice dei VMA 2015
Ecrit par

A pochissime ore dall’inizio dei MTV Video Music Awards, Miley Cyrus si fa un selfie completamente nuda di fronte allo specchio. Guarda la foto su melty.

Miley parte in quinta. La controversa cantante che tra poche ora presenterà iMtv Video Music Awards (qui il live blogging di melty) ha messo le cose in chiaro sul tocco che intende dare alla serata: in un selfie pubblicato tre ore fa su Instagram Miley Cyrus si è mostrata, ancora una volta, completamente nuda. Nella foto la vediamo con un’espressione leggermente imbronciata (come se si fosse appena svegliata) mentre si scatta una foto in bagno, di fronte allo specchio. La cantante appare completamente nuda, ma con capezzoli e pube nascosti da delle stelline rose messe ad hoc con photoshop. Nel commento alla foto, Miley spiega il perché della sua faccia stanca e con broncio: “When yiew da host so you gotta get to the vmas early AF!!!!!”, traducibile in “quando sei il presentatore e devi andare ai VMA molto presto!!”. Insomma, Miley voleva dormire dipiù questa mattina ma si è dovuta buttare giù dal letto per recarsi al Microsoft Theatre di Los Angeles e preparare lo show.

Non è la prima volta che Miley Cyrus si presenta totalmente nuda su Instagram. Per esempio, due settimane fa aveva diffuso un'immagine in cui appariva senza mutande e pantaloni, ricreando un precedente photoshooting che la vedeva protagonista. Nell'immagine originale, la cantante di “Wrecking Ball” appariva sdraiata per terra mentre si sfilava mutande e gonna; intanto, un uomo sconosciuto si preparava a balzarle addosso. Insomma, Miley continua a giocare a scioccare il pubblico internazionale, abituato sino a pochi anni fa a vederla come angelica bambina prodigio di Hannah Montana. Ad ogni modo, cresce l’attesa per lo show di Miley agli MVA 2015: cosa si inventerà per scandalizzare ancora di più? Oppure, dopo tanto hype pompato ad arte, finirà con il deludere?

Crediti: instagram, Archivio Web