Microsoft: Licenziati 18 mila dipendenti, I motivi della rivoluzione

Microsoft pronta ad un epocale cambiamento
Ecrit par

La notizia è giunta quasi come un fulmine a ciel sereno. Dopo la nomina del nuovo CEO Microsoft ha annunciato il licenziamento nei prossimi mesi di oltre 18 mila dipendenti. Scopri i motivi e i piani dell'azienda su melty.it.

Vedere un'azienda licenziare 18 mila persone in meno di 6 mesi è una cosa che non dovrebbe mai e poi mai far piacere, soprattutto quando si tratta di un marchio famoso in tutto il mondo come quello di Microsoft. Ma si sa che le logiche aziendali e di mercato non guardano ormai più in faccia nessuno. Per questo ben 13 mila persone lasceranno l'azienda di Redmond nelle prossime settimane per arrivare a circa 18 mila esuberi entro il prossimo anno. Una rivoluzione che farà discutere ma che ha, in un certo senso una sua logica. L'azienda rinuncerò in pochissimo tempo a circa il 14% della sua forza lavoro attuale ma in questo modo riuscirà a risparmiare più di 1,5 miliardi di dollari. Tutto questo è naturalmente dovuto alla recente acquisizione di Nokia. La produttrice finlandese di telefoni cellulari è stata totalmente assorbita dal colosso di Redmond e ci si aspettava un suo smantellamento già da qualche tempo.

Quel momento è ora arrivato e saranno ben 12.500 gli ex dipendenti Nokia ad essere mandati a casa. La fusione con i finlandesi è costata risorse e importante capitale per Microsoft ed era giunto il momento di far quadrare i conti. Tutto questo è infatti finalizzato a semplificare l'assorbimento ed eliminare più quadri e linee di management possibili per rendere il tutto più facile e maggiormente controllabile. Questo porterà per forza di cosa ad una netta diminuzione dei dispositivi esclusivi Nokia che andranno tutti a confluire nella linea Lumia con sistema operativo Windows. Il nuovo CEO Satya Nadella aveva promesso cambiamenti ma nessuno pensava sarebbero stati così drastici. Il suo piano è puntare praticamente tutto su cloud e mobile e mettere in secondo piano device e servizi. Per questo è importante rendere Nokia più leggera e operativa.

Sarà la fabbrica finlandese la vera chiave di volta per il futuro di Redmond e i nuovi piani di Nadella. “Inizieremo con i primi 13mila dipendenti e la maggior parte di loro verrà informata nei prossimi 6 mesi – ha dichiarato Nadella - Ci tengo a sottolineare che mentre eliminiamo ruoli in alcune aree, ne stiamo aggiungendo altri in posizioni strategiche”. Una magrissima consolazione e che di certo non restituirà il lavoro a tutti quelli che lo hanno perso e non permetterà a Microsoft di riaprire la sede in Ungheria recentemente chiusa per contenimento costi.

Microsoft punterà tutto sul settore degli smartphone
Microsoft punterà tutto sul settore degli smartphone
Crediti: Youtube, Archivio web, microsoft, Photoshot, Uppa / Visual Press Agency