Messi al Chelsea: tra calciomercato e fantamercato

Leo Messi, attaccante del Barcellona
Ecrit par

Leo Messi al Chelsea? La Pulce potrebbe lasciare il Barcellona nel prossimo calciomercato perché non c'è feeling con il tecnico Luis Enrique. Per averlo i club devono pagare la clausola di rescissione da 250 milioni di euro.

Leo Messi al Chelsea come titolo a caratteri cubitali di qualsiasi giornale sportivo e sito si sport. Non è realtà e forse non lo sarà mai, ma qualcosa a Barcellona si muove in questo senso. Nelle ultime ore la radio catalana "RAC1" ha raccontato che il padre Jorge Messi ha ricevuto una chiamata importante. Dall'altra parte della cornetta c'era l'allenatore del Chelsea José Mourinho e non voleva certo augurargli buon 2015. O almeno, non sono un buon anno. Il manager dei Blues avrebbe chiesto informazioni al padre procuratore sulla situazione della Pulce in questo momento così difficile a Barcellona. Lo Special One avrebbe fatto presente che il Chelsea è in prima linea qualora il figlio decidesse di cambiare area. L'ipotesi del trasferimento non è così remota nella testa di Messi. Nelle ultime ore il Barcellona ha allontanato il direttore sportivo Andoni Zubizarreta, colui che ha puntato su Luis Enrique per rifondare il club dopo il disastro Tata Martino, e anche lo storico capitano Carles Puyol, da tre mesi dirigente.

Messi al Chelsea: tra calciomercato e fantamercato

In Spagna molti giornali dicono che l'allenatore del Barcellona Luis Enrique avrebbe avuto un ultimatum: due giornate di tempo. Il tecnico alla vigilia della sfida di Copa del Rey con l'Elche si è presentato in conferenza stampa e non si è sottratto alle domande scomode, tra cui quella su Leo Messi: "Ho la stessa relazione e sensazioni con tutti i giocatori, dall'inizio della stagione. Ma non tratto i miei giocatori tutti allo stesso modo, sarebbe un errore. Leo? Lunedì non si è potuto allenare per gastroenterite, questa è la verità. Lui è il migliore della nostra rosa, il migliore del mondo e non c'è altro da aggiungere". L'episodio a cui si riferisce il tecnico è l'assenza di Messi dall'allenamento dello scorso lunedì, ufficialmente per gastroenterite. In realtà dietro l'assenza della Pulce ci sarebbero i malumori di una sua esclusione dall'11 titolare nella sconfitta del Barça a San Sebastian, contro la Real Sociedad allenata da David Moyes. Prima di parlare di una cessione nel prossimo mercato estivo ce ne passa. Al momento e nei prossimi mesi potrebbero arrivare al presidente dei catalani Bartomeu un fiume di proposte e offerte.

Messi al Chelsea: tra calciomercato e fantamercato

Leo Messi ha un contratto con il Barcellona da 20 milioni più 5 di bonus all'anno che scade nel 2018 e che prevede una clausola di rescissione da 250 milioni di euro. Una cifra monstre che forse solo quattro-cinque club al mondo potrebbero permettersi. Uno è il Real Madrid, squadra che difficilmente potrebbe essere la nuova casa di Messi. L'altro è il Paris Saint Germain, che già la scorsa estate ha provato a sondare il terreno, senza però trovare campo libero. Gli altri tre militano in Premier League. Il primo è il Manchester City, che insieme al Psg però ha l'occhio della Uefa addosso per via del mancato rispetto del Fair Play Finanziario. Entrambi i club hanno ricevuto multe salate e riduzioni della rosa a 21 giocatori. Una spesa del genere potrebbe essere affrontata solo a fronte di importanti e dolorose cessioni. C'è il Manchester United, in questo momento il club più ricco al mondo per il fatturato in continua ascesa. Bisogna sentire cosa ne pensa il tecnico Louis van Gaal. Il terzo è il Chelsea, che come abbiamo scritto si è già mosso in anticipo e direttamente con il suo manager. La corsa all'acquisto del secolo è già partita, sebbene ci siano 250milioni di motivi da valutare. Ma Messi ha davvero intenzione di lasciare il Barcellona?

Crediti: alessio bonometti, web , wallvie.com