Matteo Salvini a Cécile Kyenge: "Faccia il Ministro in Egitto"

Cécile Kyenge
Ecrit par

Di nuovo Lega contro Cécile Kyenge. Il Ras del Carroccio di Milano Matteo Salvini torna ad attaccare il Ministro per l’Integrazione: “Faccia il Ministro in Egitto”, scrive la camicia verde dopo le frasi della Kyenge su Egitto e Ius Soli.

Sembrava un agosto di tregua (armata) tra Cécile Kyenge e la Lega Nord. Quelli di uomini di primo piano del Carroccio come Flavio Tosi (recentemente candidatosi ad “ipotetiche” primarie del centrodestra), Luca Zaia, che si è scusato con il Ministro per le offese di alcuni esponenti locali, e persino un inedito Umberto Bossi che aveva ammesso le “Cattiverie” dette contro il deputato Pd di colore, erano apparsi i segnali di un possibile “appeasement” tra le Camicie Verdi e il Ministro più insultato d’Italia. Chi rifiuta ogni conciliazione è invece Matteo Salvini, vicesegretario della Lega e rappresentante di punta del partito a Milano. Sulla sua pagina Facebook, Salvini commenta così le recenti dichiarazioni della Kyenge sul caos egiziano: “La “Sciura” Kyenge dice che la crisi in Egitto porterà un’impennata di immigrazione in Italia (…) Ma perché la sciura Kyenge non va a fare la ministra in Egitto? ”.

>>> Leggi su melty.it: Egitto: Il video shock della morte del cameraman

Matteo Salvini a Cécile Kyenge: "Faccia il Ministro in Egitto" - photo
Matteo Salvini a Cécile Kyenge: "Faccia il Ministro in Egitto" - photo
Matteo Salvini a Cécile Kyenge: "Faccia il Ministro in Egitto" - photo
Matteo Salvini a Cécile Kyenge: "Faccia il Ministro in Egitto" - photo

Già nelle scorse settimane, Salvini ebbe a provocare pesantemente Cécile Kyenge e il suo operato nel Governo Letta, fino a proporre un referendum per l’abolizione dell’“Inutile” Ministero per l’Integrazione. La polemica, come sempre, ruota tutta intorno ai propositi della Kyenge sullo Ius Soli (“La legge si farà”) e sulla riforma della contestata Bossi-Fini su immigrazione e clandestinità. Una legge che la Lega ha sempre considerato come il proprio cavallo di battaglia, tanto da difenderla a spada tratta contro qualsivoglia tentativo di modifica. Per certi versi, a giudicare dalla parabola (elettorale) discendente di Bossi e compagni degli ultimi anni, forse l'unico risultato tangibile di una Lega di spot e molto poco di governo.

Altri articoli su Cécile KyengeCécile Kyenge: La pagina Facebook che incita allo stuproCécile Kyenge: Banane da Forza NuovaKyenge minacciata: Paura per le figlieMario Balotelli: Per il ministro Kyenge, un esempio contro il razzismo

Crediti: .Archivio web, livesicilia.it, facebook, Archivio web, leganordmelegano