Matteo Renzi e l'inglese, il video del discorso al Council on Foreign Relations

Matteo Renzi al Council on Foreign Relations
Ecrit par

Matteo Renzi “esibisce” nuovamente il proprio inglese, stavolta all'importante Council on Foreign Relations, e commette altri errori imbarazzanti. Guarda il video del suo discorso a New York.

Di certo Matteo Renzi non è uno che si dà per vinto: nel bel mezzo del fuoco incrociato – “amico” e nemico – sulla scena politica italiana, tormentato da qualche attrito di troppo con alcuni leader europei, oppresso (e ci mancherebbe altro, vista la responsabilità che si è assunto e la slot machine di promesse e slogan che ha messo in opera) dall'irrisolta e ormai endemica crisi economica, culturale e sociale del nostro paese, il premier non si arrende nemmeno all'evidenza del suo traballante inglese e lo sfodera nuovamente, stavolta in un'occasione ancor più importante e con un discorso ancor più lungo e articolato (per quanto gli sia possibile nella lingua d'Albione). Durante il suo viaggio oltreoceano (ecco le foto e selfie del viaggio negli USA), infatti, l'ex sindaco di Firenze, ha fatto tappa a New York intervenendo al Council on Foreign Relations, prestigioso think tank di politica estera del mondo occidentale, di fronte ad una platea di personalità americane e soprattutto potenziali investitori internazionali.

Altri articoli su Matteo RenziRenzi cita Telemaco: L'ironia su TwitterQuanto guadagna Matteo Renzi?Marco Travaglio vs Renzi: Il video a Servizio Pubblico

Matteo Renzi e l'inglese, il video del discorso al Council on Foreign Relations

E così, nonostante Renzi abbia confessato di avere un pessimo inglese (sarà per questo che ha ribadito l'importanza dell'inglese nelle scuole?), chiedendo – ironicamente – addirittura i sottotitoli, anche stavolta la poco umile rinuncia a un servizio di interpretazione ha partorito “mostri” linguistici che, oltre a causare qualche momento di imbarazzata incomprensione e strappare qualche ghigno ai presenti, ha acceso la miccia della satira di matrice italiana, dando il via ad una serie di battute e reinterpretazioni del discorso in chiave “travisata” come quella – esilarante e ormai immancabile – di Vice Italia. Tra involontari riferimenti erotici, elfi e ascesa della zuppa, però, in qualche modo il primo ministro è arrivato in fondo, pur se il pubblico anglofono (inclusi coloro che si occupavano della trascrizione del discorso) non ci deve aver capito molto. E probabilmente, nel dubbio, continuerà ad investire ben lontano dallo Stivale.

Matteo Renzi e l'inglese, il video del discorso al Council on Foreign Relations
Matteo Renzi e l'inglese, il video del discorso al Council on Foreign Relations
Crediti: Arhivio web, Archivio web