Matera Capitale Europea della Cultura 2019

La città di Matera
Ecrit par

Matera è stata proclamata Capitale Europea della Cultura 2019. Una vittoria di prestigio, che riporta questo riconoscimento nel nostro Paese dopo tanti anni. Battuta la concorrenza di altre 5 città italiane.

Alla fine a spuntarla è stata Matera. La Capitale Europea della Cultura 2019 torna finalmente in Italia, con la città della di Matera che andrà a fare compagnia a Plovdiv in Bulgaria. Battuta la concorrenza delle altre 5 città italiane candidate: Ravenna, Cagliari, Lecce, Perugia e Siena. Il verdetto è stato comunicato dal presidente della commissione Steve Green insieme al Ministro Franceschini. La città della Basilicata ha vinto la sfida con 7 voti a favore su 13 votanti all'interno della giuria. La Capitale Europea della cultura viene assegnata a turno ogni anno a due città del vecchio continente che, per un anno, ospitano eventi e hanno possibilità di mettere in mostra le proprie bellezze e il proprio sviluppo delle arti e della cultura. Sarà un modo importante per il nostro Paese di far fiorire la cultura nel miglior modo possibile, attraverso importanti iniziative che serviranno a far crescere non solo la zona, ma tutto il nostro Paese che, visto il suo patrimonio, ha un gran bisogno di rilanciarsi anche in questo settore da troppo tempo bistrattato.

Matera Capitale Europea della Cultura 2019

Sarà un modo per avvicinare cittadini giovani e meno giovani al mondo della Cultura. Per 12 mesi Matera sarà il centro nevralgico della cultura di tutta europa, vivendo un gemellaggio molto interessante con la città di Plovdiv. La scelta è stata parecchio apprezzata dal presidente Green che ha comunque voluto fare un plauso a tutte le altre citta partecipanti. Grande festa per i rappresentanti della città vincitrice, hanno subito fatto partire un forte boato con tanto di bandiere con il logo di Matera 2019 in bella mostra. Esplosa la festa anche nel centro storico della città, dove cittadini e organizzatori si sono ritrovati in piazza davanti ad un maxischermo per godere al meglio dell'evento. Animi distesi anche in tutte le altre città che hanno comunque accettato il verdetto con una certa serenità per il forte spirito di cooperazione che ha interessato tutte queste realtà nel corso degli ultimi mesi. Ora ci saranno 5 anni di tempo per preparare al meglio tutti gli eventi e le manifestazioni.

Matera Capitale Europea della Cultura 2019

Il cammino della Capitale Europea della Cultura è iniziato ufficialmente nel 1985. Fino al 1999 si parlava di “Città europea della cultura”, poi divenuta Capitale poco tempo dopo, stabilendo anche quali Paesi avrebbero dovuto ospitare il programma nel corso degli anni. Dal 2000 è sempre toccato a più di una città ospitare la manifestazione. In Italia l'evento è già arrivato altre tre volte: nel 1986 a Firenze, nel 2000 a Bologna, nel 2004 a Genova. Ora è il turno di Matera tenere alta la cultura italiana in tutta Europa grazie alla sua incredibile bellezza artistica e al suo infinito patrimonio culturale. Sarà un'occasione da sfruttare a fondo, visto che la prossima volta toccherà a noi solo nel 2033. Quest'anno l'evento è ospitato dalle città di Umea in Svezia e Riga in Lettonia. Nel 2015 sarà la volta di Mons in Belgio e Plzen in Repubblica Ceca; nel 2016 San Sebastian in Spagna e Breslavia in Polonia; nel 2017 a Aarhus in Polonia e Pafo a Cipro; nel 2018 Leuuwarden nei Paesi Bassi e La Valletta a Malta. Poi sarà la volta del nostro Paese, non vediamo l'ora.

Matera Capitale Europea della Cultura 2019
Crediti: Archivio web