Marzia Stano è "UNA Nessuna Centomila": L'intervista a Parigi

UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
Ecrit par

Il 7 maggio uscirà "Una Nessuna Centomila" di Marzia Stano, cantautrice indie dal respiro internazionale: al Marcovaldo di Parigi ha presentato in anteprima il suo primo lavoro da solista, "UNA Nessuna Centomila".

UNA non è certamente un "personaggio in cerca d'autore": Marzia Stano, in arte “UNA” per l'appunto, è piuttosto "Una Nessuna Centomila", come intitola il suo ultimo lavoro, che vedrà ufficialmente la luce il 7 Maggio. A differenza della maggior parte dei cantautori italiani, che preferisce promuovere la propria musica in primo luogo nel Bel Paese, UNA ha inaugurato i brani del suo album dall'ispirazione "pirandelliana" all'estero, attraverso un minitour che ieri ha toccato Parigi e che debutterà poi a Bruxelles e a Berlino. Nata a Torino, cresciuta in provincia di Bari e poi emigrata a Bologna, la cantante ha scritto i testi di Una Nessuna Centomila in Puglia, dove è tornata appositamente per buttare fuori tutto ciò che sentiva di liberare dalla propria testa: il risultato è un lavoro musicalmente interessante, universale nei contenuti ed empatico nelle modalità di creare un legame con il pubblico. Tutto ciò è stato avvertito immediatamente da chi è accorso al Marcovaldo di Parigi per assistere al live acustico di UNA, con un retrogusto sia malinconico che allegro, come per dire "Tutti siamo stati feriti, ma sti cazzi! ". La poetica è proprio questa.

UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
Marcovaldo - UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
Marcovaldo - UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
Marcovaldo - UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
Marcovaldo - UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
Marcovaldo - UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"

Front woman e fondatrice della band Jolaurlo, Marzia Stano ha collaborato sin da subito con persone attive nel panorama indipendente italiano, e assieme alla sua band ha partecipato a tutti i più grandi festival di musica rock in Italia, suonando sui palchi dell’Heineken Jammin festival, del 1° Maggio di piazza S. Giovanni a Roma, Arezzo Wave, e aprendo i concerti di Siouxie, Iggy Pop, Gogol Bordello, Battiato, MaxGazzè, Cristina Donà. Ma UNA non è Marzia Stano, o almeno, lo è ma in maniera diversa, come ci ha raccontato tra un bicchiere di vino e l'altro dopo il partecipatissimo live al Marcovaldo: "Perchè parlo di UNA alla terza persona singolare? E' semplicemente una maschera, ma è una maschera che mi da la possibilità di rivelare me stessa attraverso l'espressione musicale". Effettivamente essere UNA, in una scena musicale dove chiunque ha come obbiettivo primo quello di mostrarsi e affermarsi inanzitutto come immagine e presenza, da un notevole vantaggio: si può essere UNA tra tante, e allo stesso tempo essere scovata come UNA e quindi unica.

UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
Marcovaldo - UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
Marcovaldo - UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
Marcovaldo - UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"
UNA in tour europeo con "Una Nessuna Centomila"

UNA, perché unica? I suoi brani non sono solo nutriti di esperienza e di vita vissuta, ma hanno un taglio quasi letterario, come le abbiamo detto durante l'intervista, tendente all'"esistenzialismo della rive gauche". Effettivamente UNA ci ha rivelato: "A Parigi mi sono sentita subito a casa. L'idea del tour europeo era già il mio sogno ed entusiasmante di per sé, ma iniziare da Parigi è davvero il massimo". L'aria malinconica e la scaletta che intervalla brani di riflessione a pezzi più allegri sembra quasi voler parlare, anche solo nella strutturazione, di distruzione e ricostruzione continua, di rinascita come per la Fenice dalle ceneri. Sarà anche l'ultima lettura di UNA ad averla ispirata? Parliamo de "La Nausea" di Jean Paul Sartre: "La Nausea per il mio mondo contingente? E' piuttosto una volontà di perdersi. Nel mio mondo io mi perdo, ma nella musica mi ritrovo". Un'artista camaleontica da seguire assolutamente.

>>>Leggi su melty.it The Nostalgics al Marcovaldo di Parigi

>>>Leggi su melty.it Intervista a Gianni Resta: "Con il mio disco voglio dare la carica"

Crediti: melty.it, Valentina Bocchi, Marzia Stano Italia