Margherita Hack: Morta l'astrofisica italiana

Margherita Hack è morta a 91 anni
Ecrit par

Un'altra eccellenza italiana se n'è andata: prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia, divulgatrice e ricercatrice scientifica, Margherita Hack è morta la notte scorsa a Trieste. Aveva 91 anni.

La scorsa notte, tra venerdì 28 e sabato 29 giugno, è morta l’astrofisica italiana Margherita Hack. Nata a Firenze il 12 giugno del 1922, aveva compiuto da poco 91 anni: si laureò in fisica a Firenze nel 1945 con un tesi sull’astrofisica, ed è stata la prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia, quello di Trieste, dal 1964 al 1987. Dal 1964 al 1992 è stata professoressa ordinaria di astronomia all’università di Trieste. Margherita Hack è morta all'ospedale Cattinara di Trieste, dove era ricoverata da una settimana per problemi cardiaci. Donna icona del mondo scientifico, è stata una figura fondamentale anche per il suo impegno sociale e politico.

La Hack ha svolto un'importante attività di divulgazione scientifica a livello internazionale, e ha dato un forte contributo alla ricerca per lo studio e la classificazione spettrale di molte categorie di stelle. Margherita Hack è membro dell'Accademia dei Lincei, dell'Unione Internazionale Astronomi e della Royal Astronomical Society. Tra i fondatori del CICAP, la scienziata si è sempre dichiarata scettica verso ogni forma di fenomeno soprannaturale: alle ultime elezioni è stata candidata con la lista Democrazia Atea, come capolista alla Camera nella circoscrizione del Veneto. Agnostica, la Hack ha spesso criticato la Chiesa cattolica. Nel 1995 un asteroide della fascia principale venne battezzato 8558 Hack in suo onore: con lei scompare una delle più prestigiose personalità della comunità scientifica e culturale internazionale, un punto di riferimento per tanti.

Crediti: Youtube, Archivi web, Archivio web


2 commenti
  • Non solo grande scienziata ma raro esempio di coerenza intellettuale
  • tra 50-70 anni, non potremo avere una nuova Margherita Hack: sarà all'estero