Marco Verratti in esclusiva: “Non penso alla Juve, ma agli ottavi voglio batterla” (audio)

Marco Verratti
Ecrit par

Al termine di PSG-Porto di Champions League, finita 2-1 con le reti di Thiago Silva e Lavezzi, il giovane centrocampista pescarese ha parlato ai microfoni di melty.it: “Devo fare bene qui, se trovo la Juve agli ottavi voglio batterla”.

L’ultima partita giocata in campionato da Marco Verratti si è conclusa 4-0 per il Paris Saint-Germain. Tutte le altre, mentre il giovane pescarese era ai box per un lieve infortunio, sono state una catastrofe: il PSG ha conquistato solo quattro punti in cinque partite, e ora dista 5 lunghezze dal Lione primo in classifica. “Ma oggi i miei compagni Matuidi e Chantome hanno giocato molto bene, faccio loro i complimenti – si schernisce con modestia Verratti – siamo una squadra unita e si può giocare solo in undici”. Ieri per lui soltanto un quarto d’ora a fine gara, e tanto sollievo per i compagni difensori che con lui in campo faticano la metà. Al fischio finale Verratti, già straordinario nel match vinto 4-1 contro la Dinamo Kiev si è avvinghiato sul collo di Thiago Silva, festeggiando il primo posto del PSG nel girone A di Champions. Ascolta l’intervista esclusiva su melty.it.

Il "Gufetto di Manoppello" parla con i media da calciatore navigato, getta acqua sul fuoco di ogni polemica, gioca il ruolo di beniamino dello spogliatoio che fa da collante al gruppo: “Non so perché si scrivano certe cose. Noi passiamo tanto tempo insieme anche fuori dal campo”, aggiungerà più tardi. Non è proprio vero, lo si nota anche dall’atteggiamento dei calciatori a fine gara: Matuidi scappa prima degli altri, Lavezzi – oggetto di tante critiche negli ultimi tempi – saluta timidamente a testa bassa, soltanto Pastore sembra più rilassato e si ferma davanti alle tv con in testa la sua consueta cuffietta. Il presidente Nasser Al-Khelaifi ripete invece il disco della vittoria, allontanando le voci di un arrivo di Guardiola al posto di Ancelotti: “Sono fiero di questo primo posto”. Figuriamoci cosa succederebbe, in questo clima, se Verratti si lasciasse scappare una parola di troppo sulla Juventus: “Che siano interessati mi fa onore perché si tratta di una grande squadra. Ma devo pensare a fare bene qui”, ha concluso il centrocampista azzurro.