Marco Mengoni: Io ti aspetto REMIX, 3 cose da sapere

Marco Mengoni, 3 cose da sapere su Io ti aspetto Remix
Ecrit par

In attesa della seconda parte di "Parole In Circolo", i fan di Marco Mengoni potranno ascoltare "Io ti aspetto - Remix". Ecco tre cose da sapere sul nuovo progetto!

Marco Mengoni e il suo entourage sono davvero instancabili: dopo il successo di “Parole In Circolo”, terzo album in studio già certificato doppio disco di platino e un tour da record che ha toccato i principali palazzetti italiani ora i fan dell’Esercito potranno godere di una nuova esclusiva opera. Sulle pagine di melty vi abbiamo raccontato del disco di platino ottenuto da “Esseri Umani” di Marco Mengoni, secondo singolo estratto dall’album e brano particolarmente apprezzato dai fan e dalla critica, così come il toccante videoclip. Il cantante di Ronciglione è attualmente impegnato in studio di registrazione al lavoro sul seguito di “Parole In Circolo”: fin dall’inizio infatti il progetto è stato presentato in due parti, anche se per ora non si conosce né la data d’uscita né i contenuti. Sulle pagine social ufficiali di Marco Mengoni (6 anni fa il primo provino ad X Factor) è stato annunciata l’imminente uscita di “Io ti aspetto - REMIX”: ecco 3 cose da sapere.

1. CHE COS’É. “Io ti aspetto - REMIX” è una raccolta di 12 versioni (7 remix e 5 extended version) del brano “Io ti aspetto”, terzo estratto dall’album “Parole In Circolo” di Marco Mengoni e già certificato disco d’oro. Le versioni sono state realizzate da dj e producer che spaziano tra musica elettronica, house e hip hop. 2. ARTISTI E DATA D’USCITA. Tra i nomi degli artisti che si sono cimentati nell'opera Mauro Ferrucci, Tommy Vee, Keller, Edo Marani, Dj Ross e Max Savietto, Keejay Freaks, i ReLoud e i Grizzly Brothers. La raccolta uscirà venerdì 31 luglio e solamente in versione digitale. 3. GHOST TRACK: da martedì 28 luglio nella app ufficiale di Marco Mengoni sarà inserita una track aggiuntiva, non acquistabile su iTunes, che sbloccherà ufficialmente la sezione Ghost Track della App.

Crediti: web , Marco Mengoni, Facebook, Pacific Press, Getty Images