Marco Belinelli: Spurs vincenti in rimonta sui Phoenix Suns

Marco Belinelli
Ecrit par

I San Antonio Spurs rischiano grosso ma battono i Phoenix Suns in rimonta senza i “Big Three” in campo. Marco Belinelli 4 punti e alcune giocate importanti. Guarda il video highlights.

Non è una stagione facile per le favorite al titolo NBA. Non lo è per i Cleveland Cavaliers di David Blatt, in preda alla confusione più totale sia sul campo (dove i risultati non arrivano e gli infortuni invece fioccano) sia fuori (il recente scambio che ha portato ai Cavs J.R. Smith in cambio di Dion Waiters rimane per molti inconcepibile), e non lo è nemmeno per i campioni in carica, i San Antonio Spurs. Pur partiti con più scusanti rispetto alla squadra di LeBron James, i texani erano attesi al solito cammino quasi impeccabile in stagione regolare, affrontando ogni partita con il pilota automatico prima di arrivare al periodo dei playoff in cui – si pensava, e si pensa ancora – il talento medio non superlativo e l'età avanzata dei “big” avrebbero potuto presentare il conto. E invece, prima ancora di arrivare alla boa di metà stagione, gli Spurs si sono già mostrati più vulnerabili del previsto, come conferma il record mediocre (22-15) e anche il ruolino delle ultime otto partite prima di quella di questa notte (4-8).

Marco Belinelli: Spurs vincenti in rimonta sui Phoenix Suns

A fare visita a San Antonio, stavolta, erano i Phoenix Suns, frizzanti inseguitori diretti dei neroargento guidati dallo sloveno Goran Dragic. Ed è proprio lui, insieme a P.J. Tucker, Eric Bledsoe e Gerald Green, a guidare il parziale di 0-12 che nel terzo quarto sembra far pendere dalla bilancia dalla parte degli ospiti, con Gregg Popovich che – per giunta menomato di Manu Ginobili all'intervallo – sembra non sapere che pesci pigliare per ribaltare la situazione. Se c'è una squadra che ha sette vite come i gatti, però, sono gli Spurs, e così nell'ultima frazione, con un quintetto di gregari a cui dà un contributo anche Marco Belinelli (alla fine 4 punti per lui, partito in quintetto base), ecco la rimonta, culminata grazie ai canestri di Corey Joseph e Patty Mills negli ultimi cinque minuti di gara. Una vittoria strana (finale 100-95), per San Antonio, che non fa altro che confermare da una parte i limiti di una squadra vecchia e stanca e dall'altra le mille risorse di un gruppo coeso, esperto ed equilibrato, che può risolvere una partita anche facendo a meno – a volte – di Ginobili, Tim Duncan e Tony Parker. E anche del nostro “Beli”, pur se Marco viene quasi sempre tenuto in campo da coach Popovich quando la palla scotta. Quando conta davvero.

>>> STATISTICHE E ALTRI HIGHLIGHTS

Crediti: getty , NBA