Scarlett Johansson sexy e letale, la recensione del "Lucy" di Luc Besson

Lucy o la Vedova Nera con la parrucca bionda?
Ecrit par

Esce nelle sale italiane "Lucy", il nuovo action che porta la firma di Luc Besson. Protagonista è la sexy Scarlett Johansson, che grazie ad una polverina magica, si trasforma in un cyborg infallibile con capacità cognitive inimmaginabili

Elton John, in volo sulle Alpi col suo aereo privato, guardando fuori dal finestrino esclamò:”Tutta questa distesa di neve mi ricorda la coca che ho tirato”. Salute John. Però, caro il mio “Rocket Man”, neanche con una proboscide al posto del naso avresti ottenuto gli effetti collaterali che subisce la sexy Scarlett Johansson (mamma da poche settimane, leggi i dettagli) nell’adrenalinico Lucy (uno dei film in uscita questa settimana), action fanta-meta-realistico confezionato da Luc Besson. La bionda attrice, da poche settimane mamma, è la protagonista del nuovo film del regista francese, un fumettone mica da ridere, con aperture alla metafisica, qualche lezione di teologia spicciola (ci pensa il prof. Morgan Freeman a salire in cattedra) e sparatorie degne del miglior John Woo, visto che parte dell’azione si svolge a Taipei. Colei che detiene il ruolo di più sfigata (assieme ad Occhio di Falco) dei Vendicatori, la Scarlett Johansson/Vedova Nera che rivedremo in Avengers 2: Age of Ultron, si trasforma in Lucy da studentella impacciata in arma letale.

Altri articoli su Scarlett JohanssonScarlett Johansson: Sexy nella clip e nel poster di 'Lucy' (VIDEO)Scarlett Johansson vs Irina Shayk: Lucy batte HerculesScarlett Johansson mamma sexy: Nata la figlia Rose!Scarlett Johansson nuda: Le foto hackerate

Scarlett Johansson sexy e letale, la recensione del "Lucy" di Luc Besson

EROINA O POLVERINA? . Come riesce Scarlett Johansson (vedi l'attrice nella clip e nel poster di Lucy) nella metamorfosi? Attraverso l’assunzione, in dose massiccia, di una droga dal nome che sa di esplosivo (CPH4). La polverina è blu come il Viagra ma serve a ingigantire “solo” le capacità cognitive. Forte il richiamo a Limitless, in cui un Bradley Cooper sciatto e anonimo passava, previa pillolina, da zero a mito (come The Mask). Luc Besson ci propina di nuovo la lezioncina sul fatto che usiamo il 10 % del nostro potenziale cerebrale, non sapendo forse che i comici Maccio Capatonda ed Herbert Ballerina ci hanno mostrato come l’italiano medio utilizzi il cervello solo al 2%. Ma la digressione filosofica di Besson è un mero pretesto ad un surplus di adrenalina ed effetti speciali. In Lucy, Scarlett Johansson (vittoriosa contro Irina Shayk al botteghino con Lucy), corriere della droga come il Jason Statham di Transporter, se la dovrà vedere contro una gang (che fa bang, ma solo con i proiettili) criminale e con un detective.

Scarlett Johansson sexy e letale, la recensione del "Lucy" di Luc Besson

AHHH...PARIS! . Lucy è un film esplosivo nei primi venti minuti, in cui concentra e amalgama sequenze al cardiopalma con spiegazioni pseudo scientifiche. In seguito accelera e condensa in 70 minuti il resto della storia, che ha il pregio di risultare coinvolgente e incalzante (con tanto di trasferimento dall'Asia a Parigi) ma che sbanda a tratti nel momento in cui palesa qualche vuoto di sceneggiatura e, soprattutto, quando Luc Besson mostra segni di serietà, spacciandosi per teologo della Sorbona. La sua pretesa di serietà è il vero difetto del film, che è invece un ottimo prodotto per il divertissement. Il regista di Leon e Il Quinto Elemento confeziona quasi un abito sartoriale sulle misure di un’esplosiva e vibrante Scarlett Johansson, il cui sguardo ammaliante fa improvvisamente scendere al sottoscritto le capacità cognitive a livelli scimmieschi. A tratti però, sembra che Besson sia uno di quegli uomini di mezza età che non hanno mai dimenticato il loro primo amore e cercano la sublimazione di esso in un surrogato. Per Luc si sa, “lei”resterà sempre la prima del suo cuore, nonostante i tratti mascolini e il décolleté per nulla generoso: si chiamava Nikita...

Emanuele Zambon

Scarlett Johansson sexy e letale, la recensione del "Lucy" di Luc Besson
Crediti: Universal pictures, Youtube, web