Luciana Littizzetto sull'iPhone 6 gay e il gelato della Madia a Che Tempo che Fa (VIDEO)

Luciana Littizzetto | Che tempo che fa | 9 novembre 2014
Ecrit par

Nella puntata del 9 novembre di Che Tempo che Fa, Luciana Littizzetto ha parlato del caso Madia (paparazzata mentre leccava un gelato) e del divieto di Apple di fare promozione in Russia perché è incita alla sodomia. Guarda il video.

Con il consueto appuntamento della domenica di Che Tempo che Fa torna puntuale anche lo spazio del monologo di Luciana Littizzetto. Nella puntata del 9 novembre, la donna torinese ha parlato principalmente di due argomenti: in prima battuta si è fatta dell'ironia sulla nuova e scellerata presa di posizione del governo russo che ha deciso di smantellare un iPhone 6 gigante eretto in una piazza a mò di pubblicità perché "Apple istiga alla sodomia" (questa è stata la motivazione ufficiale) a causa del recente coming out pubblico del CEO della società Tim Cook. La Littizzetto si è sfogata: "Io non ho mai sentito nessuno usare l'iPhone come una supposta... Però, a quanto pare, per proprietà transitiva, se Tim Cook è gay anche gli iPhone sono gay: ma ti pare? Ma che vuol dire? Scusatemi, ma se un cugino di Cristoforo Colombo fosse stato gay, allora dobbiamo rimuovere l'America dalle cartine geografiche? Leonardo Da Vinci - che pare fosse gay - cosa gli facciamo? Distruggiamo la Gioconda? ".

Luciana Littizzetto ha colto l'occasione per togliersi un sassolino dalla scarpa tirando fuori l'argomento cult della settimana: la paparazzata messa a segno da Alfonso Signorini sul famoso gelato mangiato dal Ministro Madia. "Ma come doveva mangiarlo sto gelato? Il gelato si lecca? Mica poteva saltarlo in padella" ha ironizzato; poi la questione si è fatta un po' seria: "Il problema è un altro: qui o di destra o di sinistra, sono sempre le donne nel mirino: le donne fanno meno paura, hanno meno potere (che è tutto nelle mani dei maschi). Non pubblicheranno mai delle foto di quel genere con un maschio: quelli gli fa un pazzo così". Poi conclude facendo un appello: "A voi tutte ministre che oltre ad essere brave sono anche belle, fate attenzione: se vi beccano in giro a mangiare patatine fritte rischiate grosso. Magari il giorno dopo sui giornali trovate titoli come 'Alla Boldrini piace la patata'".

Crediti: Youtube, rai.tv