Luciana Littizzetto su legge elettorale, Papa Francesco e 'Pening review' a Che Tempo che Fa (VIDEO)

Luciana Littizzetto con Fabio Fazio
Ecrit par

Nella puntata del 25 gennaio di Che Tempo che Fa, Luciana Littizzetto parla dell'emendamento “supercanguro”, dei viaggi di Papa Francesco e di una particolare ricerca sulle misure maschili. Guarda il video.

Nella puntata del 25 gennaio 2015 del classico appuntamento della domenica sera con Che Tempo che Fa, in diretta su Rai 3 alle 20.10, con la conduzione di Fabio Fazio, torna puntuale anche l'imperdibile spazio del monologo di Luciana Littizzetto. Nella terza puntata dell'anno nuovo, la comica torinese ha aperto - come di consueto – facendo riferimento agli ultimi ospiti precedenti la sua entrata in scena, in questo caso Umberto Veronesi e Leonardo Pieraccioni, protagonista di un divertente siparietto con Fazio. Successivamente è passata all'attualità politica, parlando dell'uomo del momento Tsipras e dell'emendamento alla legge elettorale definito “supercanguro” su cui molti politici si stanno accapigliando. “Anche Berlu, che dovrebbe fare attenzione perché lui è di cofana debole”, ha affermato Luciana, che poi, chiedendosi cosa mai potrà aver contenuto tale miracoloso emendamento, si è risposta: “C'era scritto avete rotto i coglioni”.

Anche stasera non poteva mancare qualche battuta su uno dei suoi favoriti, Papa Francesco, appena tornato dal viaggio nelle Filippine in cui – tra le varie cose – ha avuto qualche difficoltà con il vento (“Tutto l'otto per mille gli va in papaline”) e con una comunicazione forse un po' troppo disinvolta per un pontefice, tanto che la Littizzetto ha chiesto retoricamente: “Ti risulta che esista una lettera di Cassius Clay ai corinzi? ”. Gli ultimi minuti, come sempre, sono stati dedicati a una notizia a sfondo sessuale, nello specifico ad una ricerca riportata sul Telegraph secondo cui “il walter dei maschi, in questi ultimi 100 anni, si è ridotto di ben due centimetri. C'è stata, come dire, una pening review”. Un evoluzione, dovuta a quanto pare a inquinamento e alimentazione, contro cui Luciana si è ovviamente scagliata, chiedendosi poi se fosse possibile ricavare in qualche modo le indicazioni sulle “dimensioni” di uomini di un passato lontano: “A meno che nella storia alcuni numeri non siano stati messi a caso. Luigi XVI per esempio? O Carlo Martello? ”. Ma quale metodologia sarà stata seguita per la ricerca? Anche a questo dubbio, Luciana ha pronta la soluzione: “Bisogna misurarlo durante tante ore del giorno, come la pressione. Come la febbre, si vede che al pomeriggio si alza. O come le assemblee di condominio: la prima convocazione va sempre deserta”.

Crediti: Archivio web, rai,tv