Luca Argentero su Cha Cha Cha: "Felice per la scena di nudo"

"Cha cha cha" di Marco Risi
Ecrit par

“Cha cha cha” è il nuovo film di Marco Risi, con Luca Argentero nei panni di Corso, un investigatore privato che dovrà risolvere un complicato caso di omicidio. Le ultime anticipazioni dalla conferenza stampa di presentazione.

“Racconto una fetta di paese attraverso gli occhi di un investigatore” così Marco Risi ha sintetizzato il suo ultimo film, “Cha cha cha”, durante la conferenza stampa che si è tenuta a Roma il 13 giugno. Ed è proprio Roma la cornice in cui si muove il protagonista del film, Corso, un investigatore privato che dovrà indagare su un incidente stradale in cui è stato coinvolto un ragazzo di sedici anni. Eva Herzigova interpreta Michelle, la madre del ragazzo. La donna, colpita da un lutto atroce, incarica Corso di scoprire la verità. Michelle ha una relazione con l'Avvocato Argento (Pippo Delbono), un uomo potentissimo e ambiguo. Attorno a questi personaggi ne ruotano altri, figure rappresentative dell'Italia contemporanea: l'intercettatore, il fotografo e soprattutto l'Ispettore Torre (Claudio Amendola), ex collega di Corso (Luca Argentero) che indaga sugli stessi casi.

Marco Risi racconta i lati oscuri dell'Italia

“Cha cha cha” è un giallo, come quelli di una volta. Il noir di Marco Risi, figlio dell'illuminato Dino, ambientato in una Roma cupa, ipnotica e cinica, è la nemesi de “La grande Bellezza”, anche se, ha sottolineato il regista: “Il film è stato girato prima di quello di Sorrentino”. Marco Risi ha spiegato: “Volevo raccontare i lati oscuri di questa società, di questo paese. Avevo pensato anche a un film sulla trattativa Stato-mafia, avevo incontrato Ingroia e Massimo Ciancimino, ma non riuscivo a quadrare la storia. Alla fine ho scelto di raccontare gli affari sporchi e la complicità tra potere e criminalità attraverso lo sguardo dell'investigatore usando il film di genere". Marco Risi ha confessato i modelli che ha usato per il film: "Il riferimento a Raymond Chandler è naturale, la sua letteratura mi ha sempre affascinato. Nel mio caso l'investigatore vive solo con un cane senza una zampa, quanti se lo terrebbero in una società così incentrata sull'estetica? ”. Il regista ci ha parlato del personaggio di Corso: "Nel film tutti sono corrotti e fanno parte di questo sporco gioco tranne uno, Corso. Da sempre, da quando ero ragazzino, mi piacciono gli eroi. Forse perché in fondo sono un vigliaccone, mi piace l'idea di qualcuno che fa cose che io non oserei mai" - e ci ha lasciato con una sua personale riflessione sull'Italia contemporanea: "Mi piace che il Papa dica quello che sta dicendo, mi piace l'impressione che stiamo uscendo da un pensiero unico e inutile di rassegnazione, come se nulla potesse cambiare. Invece mi sembra che questo paese, pur restando cialtrone, stia provando a diventare un po' più serio e responsabile”.

Luca Argentero su Cha Cha Cha: "Felice per la scena di nudo" - photo
Luca Argentero su Cha Cha Cha: "Felice per la scena di nudo" - photo
Luca Argentero su Cha Cha Cha: "Felice per la scena di nudo" - photo
La parola ai protagonisti: Luca Argentero e Eva Herzigova

“Cha cha cha” è un film molto chiacchierato anche per la scena di nudo integrale di Luca Argentero, che durante la conferenza stampa ha spiegato: “Mi sono approcciato in modo tecnico alla scena. Doveva essere dinamica e la giornata di lavoro doveva essere efficace. È ovvio che il mio punto di vista su quella scena doveva essere diverso da quello del pubblico, per me è lavoro. La scena era difficile, impegnativa, girata con quattro macchine da presa (“John Woo insegna” ha sottolineato Risi) ma sono felice di come sia venuta”. Nel film il personaggio di Luca Argentero ha delle particolari manie. L'attore ha infatti spiegato: ”Con Marco Risi abbiamo studiato nei minimi particolare tutti movimenti, la manie, la fisse, come l'accendersi in una sigaretta particolarmente”. Per prepararsi, Luca Argentero ha rivelato di aver rivisto molte pellicole a tema, “Il lungo addio” di Robert Altman e “Chinatown” di Roman Polansky” - e ha aggiunto qualcosa sui suoi progetti futuri: “ho appena finito di girare una commedia 'Un boss in salotto' di Luca Miniero con Paola Cortellesi e Rocco Papaleo che uscirà a gennaio e per adesso non ho penso di tornare in tv” - reduce dall'esperienza in cui era stato giudice di "Amici 12". Eva Herzigova, che Marco Risi ha fortemente voluto nel ruolo di Michelle in quanto a suo parere incarnava la “bionda hitchcockiana", interrogata sul suo personaggio a stento è riuscita a trattenere la commozione: “Sono grata a Marco per avermi scelta. E' stata un'occasione che mi è caduta dal cielo, mi è stato dato un ruolo dove non dovevo far vedere nemmeno una spalla. L'attrice non è il mio mestiere e quando giravo provavo un qualcosa che mi faceva paura ma volare al tempo stesso. Ero preoccupata di non riuscire a trasmettere sentimenti veri e intensi”.“Cha cha cha” di Marco Risi, prodotto da Bibi Film e Rai Cinema, dopo la presentazione al festival di Taormina, sarà distribuito da “01” a partire dal 20 giugno.

Luca Argentero su Cha Cha Cha: "Felice per la scena di nudo"

>>> leggi su melty.it50 sfumature di grigio: Luca Argentero risponde

Crediti: 01 distrubution, Archivio web