Loredana Bertè vs Briga ed Emma Marrone: I nuovi Mostri

Loredana Bertè vs Briga
Ecrit par

Loredana Bertè come un ciclone arriva come un ciclone a demolire il fenomeno Briga, prontamente difeso dalla mamma chioccia Emma. Ma quello del "genio incompreso" ad Amici è un copione già visto.

Per ogni edizione di "Amici" che si rispetti, da 14 anni a questa parte c'è sempre stato qualcuno pronto a ricoprire il ruolo di "genio incompreso", poco importa se la genialità, nella maggior parte dei casi, sia visibile solo agli occhi di qualche 13enne con l'ormone impazzito. In principio fu Marco Carta, e come dimenticare il ragazzo sardo dal belato caprino e dal temperamento forte bacchettato da Grazia De Michele e difeso alla stregua di un figlio prediletto da Luca Jurman? A fare da contorno c'era la drammatica storia personale di Carta, perfetta per far presa sul pubblico di Canale 5, e una personalità così riconoscibile da fargli guadagnare perfino un'imitazione di Fiorello. Quello di Marco Carta tuttavia, è solo il fanalino di punta di una fitta schiera di "giovani ribelli" passati alla corte di Maria De Filippi, come Gerardo Pulli o Agata Reale, osteggiata da una cattivissima Alessandra Celentano. Quest'anno il ruolo di pupillo del pubblico è affidato a Mattia Briga (qui il duetto con Tiziano Ferro) rapper 26enne già conosciuto sulle scene prima di approdare in prima serata su Canale 5. Atteggiamento da guascone, piglio da sciupafemmine, e uno stile a metà strada tra "Zero Assoluto" e "Fabri Fibra" sembrano aver conquistato proprio tutti, Emma Marrone in primis, ma non nostra signora del rock italiano Loredana Bertè.

Lo scorrere del tempo e gli anni lontani dai riflettori non sembrano aver potuto nulla contro la lingua tagliente della Loredana nazionale, che, giudice nel secondo serale di Amici 14 si è espressa senza mezzi termini: " Briga ti reputi un rapper, dovresti invece iniziare a familiarizzare con il concetto che non sei un rapper, non sei Tupac, non sei Notorius BIG. Devi applicarti di più o ti consiglio di cambiare mestiere. Sembri un figlio di papà capitato di qua che ha avuto la fortuna di essere preso". Se il diretto interessato non sembra essersi scomposto più di tanto, a difenderlo sono intervenuti praticamente tutti gli altri membri del programma, come se il soggetto in questione fosse una sorta di Luigi Tenco del 21esimo secolo. In prima linea ovviamente il suo coach Emma Marrone, al centro del gossip questa settimana, che ha sfoderato nel corso della serata una serie di massime degne di Capitan Ovvio: "Mattia non è un rapper, è un artista! " oppure "Fuori posso essere anche una s**** ma se canto bene voglio il punto, le cose esterne non devono entrare". Come da copione boati, applausi e la standing ovation delle solite ragazzine con mamme al seguito. Situazione già vista, ma un tipo di intreccio che anno dopo anno continua ad appassionare, e che potrebbe regalare al cattivo dal cuore tenero anche il titolo di questa 14esima edizione, con buona pace di Tupac.

Crediti: Video Mediaset, web