Logan: Hugh Jackman avrebbe voluto un altro finale

The Wolverine - Logan
Ecrit par

Dopo aver interpretato per quasi un ventennio l’X-Man Wolverine, Hugh Jackman avrebbe voluto una fine diversa per il supereroe in Logan.

Hugh Jackman ha detto addio una volta e per tutte al personaggio che da quasi un ventennio ha portato sul grande schermo con grande successo: l’X-Men Wolverine. Logan, il lungometraggio diretto da James Mangold, ha infatti segnato la fine del franchise con un film fisico e umano che ha colpito e commosso il pubblico, anche quello non appassionato di cinecomic. Il finale della pellicola, che è la parte più toccante del lungometraggio, inizialmente secondo lo stesso Hugh Jackman avrebbe dovuto essere diversa.

Attenzione SPOILER. Logan si conclude con la morte protagonista che si immola per salvare la sua figlia genetica X-23 e gli altri giovanissimi mutanti dalle grinfie degli scagnozzi della Essex Corp. Questo epilogo, ben poco lieto per il supereroe, inizialmente non ha convinto Jackman il quale, riporta Movieweb, avrebbe preferito che il suo Wolverine rimanesse in vita come lui stesso ha ammesso in un’intervista: “Si è sempre fatta aleggiare l’idea che Logan sarebbe morto. Io, invece, dicevo: 'Cerchiamo di essere aperti, perché può essere più d‘effetto per lui non morire’” alla fine, però, anche Jackman ha capito che la conclusione voluta da Mangold era perfetta e ne ha anche capito il profondo motivo: “... James è sempre stato certo di quella finale, e aveva ragione. A differenza di un personaggio “umano”, ciò che è più toccante per qualcuno che è stato creato per essere indistruttibile è morire mentre dice: 'è così ci si sente’”.

Crediti: 20th Century Fox