Leopolda 5: Matteo Renzi, Maria Elena Boschi e il garage americano

Matteo Renzi sul palco di Leopolda 5
Ecrit par

Leopolda 5, quinto appuntamento con la kermesse renziana, si è aperta alla stazione Leopolda di Firenze con Maria Elena Boschi a introdurre il premier Matteo Renzi, accolto come una star all'interno di un set stile garage americano.

Leopolda 5, ecco il quinto appuntamento con la kermesse renziana. La prima Leopolda di governo va in scena a Firenze, dove Matteo Renzi è arrivato verso le 19: 30 di sabato 24 ottobre. Il premier è intervenuto al tg di La7 dalla Stazione Leopolda, affermando: "Ho grande rispetto per la manifestazione della Cgil, che però come dimostra Vendola si sta caricando di grandi significati politici. Quella piazza è di protesta sindacale e politica e io la rispetto ma la Leopolda è un'altra cosa: non si protesta ma si propone". Il premier ha fatto riferimento alla CGIL in piazza a Roma per il Jobs Act, contro cui si sono schierati anche esponenti del PD. Fuori dai cancelli della stazione fiorentina, nel frattempo, in centinaia attendevano il proprio turno per entrare; solo alla prima sera della convention gli iscritti erano circa 5mila, ma si va verso il record delle manifestazioni organizzate da Matteo Renzi.

Leopolda 5 ha trovato il via con il ringraziamento ai volontari da parte del ministro Maria Elena Boschi, accolta da star alle Feste dell'Unità dell'estate 2014. Poi, parola al presidente del Consiglio, entrato in scena sulle note di 'Geronimo' degli Sheppard. Accolto come un divo, dopo aver spiegato la scelta del garage americano come set - "ricorda lì dove nascono le idee" - e la proiezione di uno sketch tratto da Boris per dire "noi cambieremo l'Italia, non cambieremo Paese", Matteo Renzi ha iniziato un lungo excursus sulla storia dell'evento. Leopolda chiave quella del 2011: "Mi ha fatto capire che questo paese era scalabile, so che questo termine creerà polemiche ma lo dico: per anni ci hanno raccontato che l'Italia era un paese chiuso, eppure giorno dopo giorno ci rendevamo conto che si potevano cambiare le cose sul serio, presa, rivoltata e cambiata".

A Leopolda 5, Matteo Renzi ha proseguito parlando della sconfitta contro Pierluigi Bersani alle primarie PD del 2012: "Farinetti mi parlò della bellezza della sconfitta con uno di quei suoi discorsi che durano dodici minuti. Lo interruppe Baricco, e qua evito di dirvi le parole che seguirono". Camicia e jeans, tra gag e battute con il pubblico - "avresti mai detto che alla Leopolda cinque si arrivava al Governo? Io non pensavo nemmeno di arrivare alla Leopolda cinque" - il premier ha invitato a resettare le precedenti edizioni della Leopolda: "Non so se vi è mai capitata una delle disgrazie peggiori. Scrivere un file e perderlo perché non lo avete salvato. Terribile: non lo augurerei nemmeno a Gasparri". Matteo Renzi ha salutato dicendo: "Domenica ci saluteremo con una lunga lista di cose da fare". Leopolda 5, tra i trend topic di Twitter, prosegue oggi all'omonima stazione di Firenze, con il PD, Maria Elena Boschi, ma soprattutto Matteo Renzi, scopri il suo universo pop, protagonisti.

Crediti: Francesco Marinari, la nazione, Giuseppe Cabras, New Pressphoto