LeBron James: 26 punti contro i Bulls e terza vittoria consecutiva

Timofey Mozgov, nuovo centro dei Cavaliers
Ecrit par

I Cleveland Cavaliers hanno la meglio sui Chicago Bulls nella terza vittoria su quattro partite dal rientro di LeBron James. Che gli uomini di David Blatt siano sulla strada giusta? Guarda il video highlights.

Continua il buon momento dei Cleveland Cavaliers dal rientro di LeBron James, tornato circa una settimana fa dall'infortunio al ginocchio sinistro (sommato a dolori alla schiena) che lo ha tenuto ai box per due settimane e che lo stesso numero 23 dei Cavs ha definito “il periodo più duro della sua carriera” (e c'è da credergli, visto che “The King” non era mai stato assente per un periodo così lungo nella sua carriera e durante la sua assenza la squadra dell'Ohio ha avuto un poco edificante bilancio di una vittoria e sette sconfitte). Dal suo ritorno – appunto – le cose sembrano essere svoltate, almeno momentaneamente, per i discontinui Cavaliers di David Blatt, che dopo lo scivolone di Phoenix hanno espugnato due volte di fila Los Angeles, prima contro i Lakers e poi contro i Clippers, per poi regalare un nuovo sorriso ai propri tifosi con la vittoria della scorsa notte sui Chicago Bulls.

LeBron James: 26 punti contro i Bulls e terza vittoria consecutiva

Contro i biancorossi, LeBron è stato protagonista con 26 punti e 4 assist, ma anche gli altri due membri dei “big three”, Kyrie Irving, Kevin Love (34 punti in coppia), nonché i nuovi arrivi J.R. Smith e Timofey Mozgov (35 e 18 rimbalzi in due), hanno brillato, vanificando gli sforzi di Derrick Rose e Jimmy Butler nelle file avversarie. Decisivo è stato un parziale di 23-7 a cavallo dell'intervallo, con i Bulls intimiditi dalla presenza di Mozgov sotto le plance e LeBron a orchestrare la fuga all'altro capo del campo, armando in particolare il braccio del “bombardiere” Smith. Il rischio fuoco di paglia c'è, e la panchina di coach Blatt continua a scottare (si fanno sempre più insistenti le voci di una promozione del vice Tyronn Lue), ma chissà che i Cavs, con questo nuovo assetto tanto criticato – comprensibilmente – dagli opinionisti, non possano trovare una propria via nella seconda metà di stagione regolare.

>>> STATISTICHE E ALTRI HIGHLIGHTS

Crediti: Getty, NBA