Le Iene: Tifosi razzisti e Napoli Sotteranea (Anticipazioni 7 maggio)

Le Iene
Ecrit par

Nella puntata del 7 maggio de Le Iene: Luigi Pelazza e il narcotraffico a Gioia Tauro; Nadia Toffa e gli ospedali (non) funzionanti; Cristiano Pasca e i tifosi razzisti; Giulio Golia e Napoli Sotterranea. Leggi di più su melty.it.

Mercoledì 7 maggio, in diretta alle ore 21.10 su Italia Uno, nuovo appuntamento con "Le Iene". Alla conduzione, come di consueto, troveremo Ilary Blasi, Teo Mammucari e la Gialappa's Band. Fra i servizi già annunciati, troveremo Luigi Pelazza che ci spiegherà come funziona il narcotraffico nel porto di Gioia Tauro, quali sono le cosche della ‘ndrangheta che gestiscono i traffici illeciti e intervisterà Federico Cafiero De Raho, Procuratore capo della Repubblica di Reggio Calabria. Nadia Toffa, invece, tornerà ad occuparsi di un ospedale dove, nel reparto di fisioterapia, sembrava che le macchine utilizzate per effettuare alcune terapie non funzionassero nel modo corretto, che fossero rotte o tenute spente. Il direttore dell’ospedale ha dichiarato alla stampa che le Iene avrebbero detto il falso e che il servizio sarebbe stato confezionato ad hoc. Al contrario, Le Iene mostreranno alcuni filmati senza tagli, in risposta all'accusa che il loro servizio sia stato montato ad arte.

Qualche giorno fa è balzato agli onori della cronaca il gesto del calciatore Dani Alves che, durante un partita, ha mangiato una banana che un tifoso del Villarreal gli aveva tirato dagli spalti. Il difensore ha ricevuto solidarietà da ogni parte del mondo all'hashtag #SiamoTuttiScimmie. Anche l’Italia non è nuova a questo tipo di gesti razzisti: nel luglio 2013, al ministro Cècile Kyenge, ospite a una festa del PD a Cervia, sono state lanciate delle banane. Cosa spinge ad un gesto del genere? Chi sono i “lanciatori di banane”? Se ne occuperà la Iena Cristiano Pasca. Ultima anticipazione, ma non meno importante, ci porta a Napoli: i responsabili di alcune associazioni che si occupano di gestire il turismo nel sottosuolo della città raccontano a Giulio Golia di come il presidente dell’associazione “Napoli Sotteranea” sia solito registrare prima degli altri i domini internet con i nomi appartenenti alle altre società concorrenti. In questo modo, molti turisti interessati a visitare le diverse cavità sotterranee di Napoli vengono reindirizzati a Napoli Sotteranea.


Fonte: Mediaset - Crediti: Mediaset, Archvio web, Facebook, Le Iene (Facebok), Archivio web