Le Iene: Nadia Toffa e la pensione con un mese di contributi (VIDEO)

Nadia Toffa e il caso della Legge Treu 564
Ecrit par

Nel corso della terza puntata de "Le Iene", andata in onda mercoledì 1° ottobre, Nadia Toffa è tornata sul caso della Legge Treu 564, relativa alle pensioni integrative a beneficio di coloro che hanno svolto attività sindacale.

Nella terza puntata de "Le Iene" (in cui è stato trasmesso anche il servizio sulle pupe Francesca Cipriani e Rosy Dilettuso alle nozze di Clooney), andata in onda mercoledì 1°ottobre, Nadia Toffa è tornata sul caso della Legge Treu 564. Si tratta di una norma che consente a chi ha svolto attività sindacale, come è successo al professore Marco Paolo Nigi, di ottenere una pensione integrativa da decine di migliaia di euro versando solo alcuni mesi di contributi. Nel servizio, infatti, dopo aver intervistato il sopracitato professore, nonchè Presidente dello SNALS (sindacato dei lavoratori della scuola), la giornalista de "Le Iene" è andata a chiedere spiegazioni a riguardo al firmatario della Legge 564: Tiziano Treu, ex ministro del Lavoro e nuovo commissario straordinario dell'Inps. Cercando di sfuggire dalle telecamere di Nadia Toffa, il politico ha sostenuto nel corso di tutto il servizio di "non ricordare" di preciso la legge in questione e ha promesso di rispondere "dopo essersi documentato".

Altri articoli su Le IeneLe Iene: Nicole Minetti e Claudio D'Alessio, video intervista doppiaLe Iene: Il video di Enrico Lucci a MykonosLe Iene: Le critiche su Twitter alla seconda puntataLe Iene: Le pupe Francesca Cipriani e Rosy Dilettuso alle nozze di Clooney (video)

>>> Guarda il video integrale del servizio di Nadia Toffa

Ma non solo. Non tutti sanno, però, che la Legge Treu 564, come confermato da consulenti del lavoro e da esperti del settore, ha qualcosa di paradossale. I dirigenti potrebbero anche non aver ricevuto lo stipendio per il quale è stato versato il contributo. L'associazione sindacale potrebbe, infatti, emettere un compenso inesistente e versare il solo contributo necessario per ottenere la pensione integrativa. Sulla questione sono infine intervenuti anche i dirigenti dei sindacati confederali, Susanna Camusso per la Cgil e Luigi Angeletti per la Uil. Se la prima si è dimostrata più preparata sulla legge e ha affermato che coloro che hanno ricevuto queste pensioni integrative dovrebbero donarle a soggetti più bisognosi, dall'altro il secondo ha affermato di "non conoscere la normativa" e, dopo essersela fatta spiegare da Nadia Toffa, ha dichiarato che questo "privilegio inaccettabile" andrebbe "velocemente cambiato".

Le Iene: Nadia Toffa e la pensione con un mese di contributi (VIDEO)
Le Iene: Nadia Toffa e la pensione con un mese di contributi (VIDEO)
Crediti: TkvideoTv, web