Le Iene, Matteo Viviani: Alimentazione e tumori, nuove testimonianze

Viviani in abiti da Iena
Ecrit par

Matteo Viviani è tornato ad affrontare lo spinoso caso dei tumori e dell'alimentazione vegetale grazie a due nuove testimonianze. L'alimentazione può davvero essere una cura? Guarda il servizio de “Le Iene” del 16 aprile su melty.it.

Può un'alimentazione sana e a base vegetale prevenire o curare i tumori? Partendo da questa domanda “Le Iene” stanno conducendo una delle loro inchieste più riuscite degli ultimi tempi. Iniziata con Pablo Trincia e l'alimentazione vegana di Antonio e proseguita grazie a Matteo Viviani, ha portato ora la testimonianza di due persone, Gianni e Paolo, che hanno raccontato le loro storie. Nella puntata de “Le Iene” del 16 aprile sono stati ancora tanti gli spunti lanciati e le considerazioni effettuate, tutte con un'unica grande certezza: un nuovo regime alimentare può davvero portare grandi benefici a chi è malato. Le due persone intervistate erano accomunate da un destino comune sovvertito grazie ad un'alimentazione vegetale e alla “Ricetta dell'Aloe”. Si tratta di un rimedio studiato da Padre Romano Zago, un prete missionario che da 25 anni tenta di promuovere le proprietà curative della pianta dell'aloe. L'uomo, che era stato intervistato 5 anni fa da Maurizio Costanzo, aveva ribadito quanto il suo composto avesse forti benefici su chi era malato e che la sua utilità fosse provata anche senza l'ausilio di cure convenzionali.

Altri articoli su Le IeneLe Iene: Pablo Trincia, tumori e alimentazione veganaLe Iene: Matteo Viviani, alimentazione e tumoriLe Iene: Campo profughi ad Augusta e affidamenti (Anticipazioni 16 aprile)

Le Iene, Matteo Viviani: Alimentazione e tumori, nuove testimonianze

Lo scetticismo era tanto, ma stando a quanto detto da Viviani, le proprietà curative del composto sono reali. Secondo uno studio condotto su 240 malati si è evidenziata una migliore qualità della vita e un grado di sopravvivenza più alto su circa 1/3 dei pazienti a cui era stato somministrato l'aloe. Fantascienza o cura reale? Gianni non sembrava avere alcun dubbio. Colpito da ben 5 noduli al fegato, aveva subito cercato cura alternative alla chemioterapia e, dopo varie ricerche su internet, era passato ad un'alimentazione tutta a base vegetale, senza più carne, latticini o prodotti a base animale, azzerando gli zuccheri o gli alimenti industrialmente raffinati, più tanta attività fisica e il famoso composto di Padre Zago. Il risultato? Dopo 3 mesi i tumori si sono bloccati sino a dimezzarsi dopo circa un anno e mezzo. Ora sembra che la situazione abbia ripreso a peggiorare, ma Gianni sta bene e cerca di non sgarrare e proseguire nella sua decisione.

Le Iene, Matteo Viviani: Alimentazione e tumori, nuove testimonianze

La storia raccontata da Paolo è invece quella di suo padre, colpito da un tumore al fegato grande come un'arancia, di circa 9 centimetri e mezzo. La sua aspettativa di vita era talmente bassa da spingere i medici a non consigliare nessun tipo di cura. Senza più alcuna speranza si è così affidato alla bevanda a base di aloe accompagnata da un cambio drastico del proprio regime alimentare. Via qualsiasi proteina di tipo animale e l'inizio di una nuova vita: più energica, vigorosa, una rinascita. In soli 6 mesi la massa era diminuita sino a 3 cm. Un miracolo che nessun medico è ancora riuscito a spiegare. Poi purtroppo l'uomo si è un po' lasciato andare, ha ripreso a sgarrare con il cibo e la massa sembra di nuovo in crescita. Due storie analoghe, legate a doppio filo da quello che appare il sempre più stretto legame tra masse tumorali e alimentazione. Quale sia la base scientifica di queste storie è difficile capirlo, quel che è certo è che un'alimentazione sana e corretta dovrebbe iniziare ad essere presa in maggior considerazione dai nostri medici e da tutto il sistema sanitario nazionale.

>>> Guarda il servizio di Matteo Viviani su Alimentazione e tumori sul sito Mediaset

Le Iene, Matteo Viviani: Alimentazione e tumori, nuove testimonianze - photo
Le Iene, Matteo Viviani: Alimentazione e tumori, nuove testimonianze - photo
Crediti: Archivi web, Archivio web, Le Iene (facebook), Matteo Viviani (Facebook), Youtube, web